Il manuale per il prete manager: cosa fare con offerte, gite, concerti e colf

0 0
Read Time:2 Minute, 2 Second

È uscito “Amministrare la parrocchia oggi in Italia”, un vademecum per aiutare i preti nella difficile gestione della parrocchia. Corredato di schemi, esempi pratici e tabelle rivolto a parroci, componenti del Consiglio parrocchiale affari economici, sacerdoti e uffici. Un agile manuale che vuole essere un aiuto e un orientamento per affrontare le diverse questioni amministrative e di gestione che quotidianamente si presentano in parrocchia: come organizzare una lotteria, cosa fare per l’attività sportiva, come affrontare il rapporto con il bene culturale e così via. L’autore affronta ogni argomento con un orientamento pratico e inserisce doverosi approfondimenti per le questioni più complesse confezionando un vero e proprio ‘strumento di lavoro’. Il libro porta la firma di Antonio Interguglielmi  sacerdote della diocesi di Roma, laureato in giurisprudenza presso l’Università “La Sapienza”, è vicedirettore dell’Ufficio amministrativo e direttore dell’Ufficio per le aggregazioni laicali e le confraternite del vicariato di Roma.
Si trovano una mare di consigli importanti per amministrare al meglio la parrocchia e non trovarsi nella condizione di essere rimosso dalla carica, prevista dal codice canonico:”La procedura di rimozione  complessa e lunga spesso viene evitata con un fraterno invito del vescovo diocesano al sacerdote di lasciare l’incarico di parroco”. Questo libro delle istruzioni risponde a delle semplici domande quali: come organizzare le gite, quanto può tenere per sé delle offerte dei fedeli, oppure argomento molto presente nelle cronache attuali, come deve comportarsi un parroco per il suono delle campane e tanti altri questi interessanti. Se la parrocchia gestisce direttamente un bar quali regole e autorizzazioni si devono richiedere? Attività questa sconsigliata perché, “Svolgere attività commerciale comporta un ulteriore carico di lavoro per il parroco e significa sottrarre tempo prezioso alla finalità principale delle nostre parrocchie”.  Per quanto riguarda la musica il manuale di don Interguglielmi ricorda che “quando l’esecuzione della musica sacra avviene durante una celebrazione dovrà attenersi al ritmo e alle modalità proprie della stessa. La Congregazione precisa che non è mai legittimo programmare in un chiesa l’esecuzione di una musica che non è di ispirazione religiosa e che è stata composta per essere eseguita in contesti profani precisi, sia essa classica o contemporanea, di alto livello o popolare”. Se poi un concerto è proposto dagli organizzatori diversi dall’ente ecclesiastico che officia la chiesa, spetterà all’ordinario accordare la concessione per modum actus ed è soggetto alla normativa sugli spettacoli. L’entrata deve comunque essere “libera e gratuita”.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: