Il nodo dei collegamenti con le isole minori, allo studio dell’Assessore Todde

Al via la prima parte delle consultazioni con i Sindaci dei territori coinvolti per i servizi di collegamento marittimo da e verso le isole minori.

L’Assessore regionale dei Trasporti Giorgio Todde, ha invitato i primi cittadini, le Compagnie di navigazione che si occupano di tali tratte, le associazioni di categoria e associazioni datoriali, Capitanerie di porto e Autorità portuali a partecipare a un tavolo tecnico in cui tracciare un percorso condiviso sulla riorganizzazione del servizio di trasporto marittimo da e verso le isole minori di San Pietro, La Maddalena e verso la Corsica.

“Ho voluto fortemente avviare questo processo di condivisione – ha dichiarato l’Assessore Todde – per individuare con i soggetti coinvolti una strategia di sviluppo delle isole minori che rappresentano, in virtù di evidenti limitazioni infrastrutturali, solo per pochi mesi all’anno un’eccellenza del turismo nazionale e internazionale”.

“Il sondaggio online pubblicato dall’Assessorato nei giorni scorsi – ha spiegato l’Assessore dei Trasporti – ha consentito di recepire le reali esigenze dei cittadini in termini di mobilità e di organizzazione dei territori che contribuiscono in maniera significativa all’economia della Sardegna. Ciò ci ha portato a intraprendere un percorso innovativo di regolazione che parte da una verifica dei servizi, sia dal lato della domanda che dell’offerta, quali collegamenti in relazione a percorsi, orario e periodicità”.

All’incontro di oggi hanno partecipato i Sindaci di Carloforte, Calasetta e Portoscuso, mentre domani è prevista la riunione con i rappresentanti locali di Palau, La Maddalena, Santa Teresa di Gallura e Bonifacio e le associazioni di categoria.

“Le consultazioni – ha concluso l’esponente della Giunta Solinas – si aprono dunque con i rappresentanti dei territori e con gli attori coinvolti con l’obiettivo, in linea con le ultime indicazioni dell’Autorità di regolazione dei trasporti (Art), di individuare interventi e azioni strategiche utili a garantire la continuità territoriale, migliorare l’attuale assetto dei servizi e riorganizzare il sistema in un’ottica di potenziale crescita nei periodi caratterizzati da maggiore affluenza”.

APZ

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: