Il premier Conte esprime vicinanza a Paolo Palumbo che decide di sospendere lo sciopero della fame

Giuseppe Conte, presidente del Consiglio,  ha scritto al giovane malato di Sla Paolo Palumbo, in sciopero della fame, per esprimere “vicinanza e solidarietà” e assicurando che il Governo sta seguendo la sua vicenda. Palumbo, cuoco oristanese di 21 anni, ha rivolto un appello al Governo e a Mattarella per chiede di essere inserito nel protocollo di cure sperimentali ‘Brainstorm’ messo a punto negli Usa.
Carissimo Paolo – scrive il premier – ho ricevuto con molto piacere la tua mail e ti ringrazio di cuore per avermi reso partecipe delle tue personali esperienze e dei tuoi pensieri. Desidero manifestarti ammirazione per la grande forza d’animo che ti sostiene quotidianamente nell’affrontare il tuo grave problema di salute e complimentarmi con tuo fratello Rosario per l’amore, la dedizione, il sacrificio e l’impegno coi quali affronta insieme alla tua famiglia la tua grave disabilità. Ti assicuro – conclude Conte – che sono in contatto con il ministro Grillo che sta seguendo personalmente la tua vicenda”.

Paolo Palumbo, malato di Sla da quattro anni è il più giovane malato di Sla d’Europa, ha annunciato la decisione di sospendere lo sciopero della fame cominciato 14 giorni fa per sollecitare le istituzioni a dargli la possibilità di accedere a quelle cure avanzate, in particolare il metodo Brainstorm, a seguito delle rassicurazioni ricevute in una telefonata dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. «Ma se non succede nulla, ricomincio subito», ha detto Palumbo spiegando che non può permettersi di aspettare perché la sua aspettativa di vita in questo momento è solo di un anno.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *