In fuga da Forza Italia. Polverini scappa sulle braccia di Renzi

Come ci si poteva aspettare aumenta il numero degli esponenti di Forza Italia che prendono la via di fuga dal Partito di Berlusconi e si dirigono verso “altri lidi”.
Scappa via anche Renata Polverini che si è dichiarata risentita per aver subito, secondo le sue dichiarazioni, “un grave atto di ostruzionismo da parte del capogruppo di Forza Italia, Sisto, che non ha consentito, con una banale scusa che nasconde una evidente ostilità verso l’iniziativa, l’abbinamento d’ufficio, come sempre accaduto, della mia proposta di legge sullo ius-culturae a quella dell’onorevole Boldrini sullo ius-soli”. La stessa Polverini ha annunciato di essersi sospesa dal gruppo di FI.
La Polverini promuove lo “Ius Culturae” che è una forma più morbida dello Jus Soli ma alla fine si concretizza comunque nel riconoscimento della cittadinanza ai migranti che abbiano concluso un ciclo di studi nel nostro paese.

Una convergenza di fatto con la proposta della sinistra. Una proposta che vede invece l’ostilità delle formazioni di destra, a partire dalla Lega e Fratelli d’Italia ma includendo anche buona parte di Forza Italia.
Secondo una indiscrezione trapelata dal quotidiano Il Secolo d’Italia, in realtà la Polverini, che è stata leader della formazione sindacale, Unione Generale del Lavoro, sembra sia stata indotta nella sua decisione dalla promessa di Renzi di aver un ruolo di primo piano per ridare smalto alla sua figura ormai opacizzata.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: