In Sardegna un'altro attentato contro i centri di accoglienza per migranti

0 0
Read Time:34 Second

Dopo l’ex scuola di Polizia penitenziaria di Monastir incendiata il 10 ottobre, stavolta è  toccato a  Buddusò. Un altro atto intimidatorio  contro la gestione dei centri per migranti del governo  nazionale che chiede la sistemazione dei richiedenti asilo nelle strutture sarde. Una bomba  rudimentale ha devastato  durante la notte scorsa,  un  agriturismo destinato all’accoglienza dei migranti in località Santa Reparata. Proprio mercoledì 16  novembre a Buddusò era stato  convocato il  Consiglio Comunale in seduta aperta – Sessione straordinaria ed urgente, per discutere  dell ordinanza prefettizia dell’otto novembre, con la quale si segnalava una struttura da adibire a centro di temporanea  accoglienza migranti a  Buddusò. Il sindaco,  Giovanni Antonio Satta, aveva invitato tutta la popolazione a partecipare.

15123409_1290953644282382_8081535683556027387_o

.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: