Inaugurata la mostra Villa Verde, attraverso gli occhi di Valentina De Santis

Sabato 10 ottobre alle ore 17.00, nello spazio antistante il Municipio di Villa Verde (OR) c’è stata l’ inaugurazione la mostra fotografica Villa Verde, attraverso le fotografie di VALENTINA DE SANTIS”, alla presenza di numerosi appassionati, della fotografa in collegamento video da Roma, del sindaco di Villa Verde Sandro Marchi, del presidente del Consorzio Due Giare Lino Zedda e di Salvatore Ligios, curatore della mostra e presidente dell’Associazione Su Palatu_Fotografia.

Prende la parola Sandro Marchi che saluta il pubblico, la fotografa, e la ringrazia per come ha raccontato i luoghi, i Paesi e le Comunità, attraverso queste mostre che si sviluppano nei quattro comuni di Villa Verde, Curcuris, Albagiara e Pompu, attraverso il linguaggio della Fotografia. “Non solo una brava fotografa, ma anche una bellissima persona – precisa il sindaco – che abbiamo avuto il piacere di conoscere per una settimana intera a Villa Verde, che in punta di piedi ha osservato, ascoltato e secondo me ci ha anche un po’ capito, osservando attentamente il risultato del suo lavoro”.

Lino Zedda, del Consorzio Due Giare, invece specifica l’apertura di questi Paesi della Marmilla ai fotografi della Penisola, quindi una visione interessante da parte di persone esterne che non conoscono ancora il territorio e restituiscono alle comunità la loro personale interpretazione. Inoltre -precisa – nonostante il Covid-19 che ha bloccato parecchie iniziative del Consorzio, questa del Progetto Marmilla 2020-2022 procede regolarmente, così come la mostra A.Banda,  già inaugurata.

“Questa settimana – aggiunge il presidente – avremo in collaborazione con la Società Il Crogiolo 3 ragazzi che lavoreranno alle attività legate alla figura di Antonio Gramsci, e a fine settimana si inizieranno i lavori al teatro con la compagnia Move the Box, per preparare il terreno a nuove iniziative culturali e promuovere il territorio, ma soprattutto per far crescere la nostra stessa comunità.

Valentina De Santis – precisa Ligios – è una fotografa che ha una formazione reportagistica, quindi sa come deve raccontare una storia, seguendo una logica narrativa, ma oltre a questo, lei oltre la sua formazione scolastica di pura documentazione, ha aggiunto i propri sentimenti ed emozioni vissute durante la permanenza nel paese, restituendolo nel racconto”. “Lei ha raccolto un migliaio di fotografie nella settimana che è stata ospite a Villa Verde, aggiunge Salvatore – e la grande fatica della fotografa è stata quella di sintetizzare un percorso che restituisse in qualche modo il suo modo di raccontare”. “Valentina ha proposto alcune soluzioni, poi alla fine ha scelto di privilegiare alcuni aspetti, scegliendo i criteri dello spazio, della memoria e delle tracce storiche, in modo da evidenziare quello che queste comunità sono in grado di offrire, rispetto alle grandi città, che al contrario, cambiano, essendo costantemente in continua evoluzione”.

“Con il suo messaggio Valentina – continua Ligios – ha saputo mettere insieme racconti storici tratti da album di famiglia; come vedete alcune foto sono immagini sovrapposte tra cartine geografiche, oppure zone urbanistiche e altre dove ci sono tracce di scrittura o di oggetti personali o di luoghi che apparentemente sono banali, ma per la comunità hanno un valore storico immenso e che sono lo spirito dei luoghi, facendo vivere attivamente i cittadini.

Da questo punto di vista, siamo contenti che il risultato sia ben riuscito e la sfida futura sarà vedere le prossime mostre, dato che questo progetto di leggere il territorio e mettere in circolazione le fotografie, durerà 3 anni, e alla fine ci saranno tante di quelle immagini che saremo sorpresi dal patrimonio culturale e storico che magari per distrazione o non siamo riusciti a cogliere e conclude ringraziando il Sindaco di Villa Verde, il Consorzio Due Giare, la popolazione stessa di tutti i comuni che ospitano e partecipano in maniera creativa al progetto.

Alla fine dell’intervento dei relatori prende la parola in videoconferenza la fotografa Valentina De Santis, che si scusa per non poter essere presente, dato che ci teneva moltissimo.

“Innanzitutto grazie veramente a Salvatore per l’introduzione del progetto, perché è stato una guida perfetta ai fini del racconto fotografico, e ho scoperto questo Paese, grazie a lui e a tutte le persone che mi hanno supportato in quella settimana”.

Per me è stata una grande sfida – aggiunge la fotografa – come tutte le volte che scendo In Sardegna, quindi ringrazio tutte le persone che tengono questi Paesi così vivi, perché non può morire per spopolamento una realtà così ricca di storia  e di cultura, di tradizione e di persone che ci vivono e lo amino. Per cui il ringraziamento più grande va al Sindaco che ringrazio per tutto, ai collaboratori, alla famiglia, a Salvatore Ligios mentore di un progetto importante che merita di essere seguito. Ringrazio ancora Roberto, ed  ogni singola persona di Villa Verde, anche chi non ho conosciuto personalmente, e dedico a loro questo lavoro che è  il mio regalo alla comunità di Villaverde. Concludo e vi saluto, ringraziando tutti gli altri fotografi che fanno parte del progetto Marmilla 2020-2023 e i ragazzi del Bi-Foto di Mogoro, per l’attività che svolgono nel territorio in campo fotografico .

Nella fase finale dell’inaugurazione un abitante di Villa Verde ha letto e dedicato una poesia a Valentina De Santis, e successivamente il sindaco ha dato il via alla visione ufficiale della mostra e delle altre mostre di A.Banda.

L’esposizione, allestita all’aperto, potrà essere visitata a qualsiasi ora del giorno sino al 15 novembre 2020. In contemporanea si potrà visitare la grande rassegna A.Banda 2020 esposta nello Spazio Move The Box e nei paesi limitrofi di Albagiara, Curcuris e Pompu.

Il progetto generale è curato dall’Associazione culturale Su Palatu_Fotografia in collaborazione il Consorzio Due Giare, il Comune di Albagiara, il Comune di Curcuris, il Comune di Pompu, il Comune di Villa Verde, da Vigne Surrau e dalla Soter editrice.

VALENTINA DE SANTIS Nasce a Roma nel 1990. Diplomata in Grafica pubblicitaria presso il primo Liceo artistico di Ripetta a Roma, prosegue il percorso formativo presso l’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata (ISFCI) di Roma. Seguendo i propri interessi nella fotografia di reportage e d’autore viene seguita da esperti del settore come Dario Coletti, Ottavio Celestino, Angelo Cricchi e Maurizio Valdarnini. Nel 2017 consegue una formazione fotografica specifica e approfondisce lo storytelling con la photoeditor Carla Rak e il fotografo Gaetano Di Filippo. Attualmente lavora e vive a Roma, segue le classi di reportage e fotogiornalismo come assistente presso l’ISFCI, collaborando con associazioni su tutto il territorio nazionale.

Info: Consorzio Due Giare, tel. 0783-910013 / Comune di Villa Verde, tel. 0783 939000

Su Palatu Fotografia, cell. 349 2974 462

www.supalatu.it

Michele Vacca

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: