Inaugurato l’hub vaccinale al Palazzetto dello Sport di Oristano

Ha preso il via oggi, al nuovo Palazzetto dello Sport, l’hub vaccinale di Oristano. Tremila metri quadri di superficie coperta, dieci postazioni vaccinali e due box per la diluizione delle fiale, tre banchi d’accettazione, un team di medici, infermieri, assistenti sanitari, operatori Cup e volontari della Protezione Civile di circa 40 persone impegnati per dieci ore al giorno (dalle 9 alle 14 e dalle 15 alle 20), il primo centro vaccinale della provincia sarà in grado di accogliere, a regime, fino a 1.500 persone al giorno.

Convocati per oggi mille ultrasettantenni della provincia (nati dal 1942 al 1951) registrati al portale regionale dei vaccini, che fin dalle prime ore del mattino sono arrivati agli ingressi dell’hub. Presenti all’inaugurazione l’assessore regionale Anita Pili, il Commissario straordinario Ares-Ats Massimo Temussi, il Commissario Straordinario Assl Oristano Antonio Cossu, il direttore del Dipartimento di Prevenzione Zona Centro Roberto Puggioni, la direttrice del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica Maria Valentina Marras e il sindaco Andrea Lutzu.

“Questa struttura è un luogo ottimale che ben si presta all’attività di vaccinazione e l’organizzazione della Assl di Oristano è stata perfetta – ha dichiarato Temussi – con l’attivazione dell’hub diamo un’accelerata decisa alla campagna di vaccinazione, che peraltro sta già procedendo bene: stiamo superando costantemente il target giornaliero richiesto dal commissario Figliuolo”.
Il Commissario Ares-Ats ha anche dato piena disponibilità ai sindaci all’apertura di altri minihub territoriali gestiti dalle amministrazioni comunali in collaborazione con medici di medicina generale, farmacie, protezione civile, “isorisorse”, ovvero senza risorse umane aggiuntive per Ats, il cui personale è già intensamente impegnato nella campagna. I minihub si aggiungerebbero così agli oltre 70 punti vaccinali attivi in Sardegna e che permetterebbero un’immunizzazione più capillare della popolazione.

“L’apertura dell’hub oristanese rappresenta un significativo passo in avanti per la campagna anti-Covid – ha affermato il Commissario Assl Cossu – possiamo arrivare a vaccinare oltre mille persone al giorno: questo significherà raggiungere prima la copertura vaccinale della popolazione». Soddisfazione per l’apertura del polo vaccinale oristanese è stata espressa anche dalla responsabile del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica Maria Valentina Marras: «In questa prima giornata sta tutto funzionando alla perfezione: non ci sono assembramenti all’ingresso, i tempi d’attesa sono ridotti al minimo e gli utenti sono molto soddisfatti dell’organizzazione complessiva”.

Un ringraziamento, da parte dei vertici Ats e Assl, è andato al Comune di Oristano, che ha messo a disposizione la struttura, alla Polizia Locale, che ha gestito il traffico in ingresso e uscita, e ed ai volontari della Protezione Civile, in particolare alle associazioni di volontariato Prociv Arci e Lavos, che hanno presidiato gli accessi e i percorsi ed accompagnato le persone con disabilità motorie.

“Il bilancio di questa prima giornata dell’hub di Oristano nel nuovo Palasport di Sa Rodia è sicuramente buono – ha osservato il Sindaco di Oristano Andrea Lutzu – Non ci sono file, la gente è assistita e mi pare soddisfatta del servizio. Si procede di buona lena e questo è ciò che serve adesso: vaccinare il maggior numero di persone per fermare i contagi e mettere al sicuro la gente. Il nuovo Palasport è una struttura che per le sue potenzialità potrebbe far cambiare il passo alla campagna vaccinale a Oristano e in provincia anche se come Presidente di Distretto sanitario devo rappresentare la volontà dei sindaci del circondario di garantire vaccinazioni nei comuni di residenza soprattutto per le persone più anziane e per i soggetti fragili”.

“Nel momento in cui la Sardegna piomba in zona rossa a causa del grande aumento dei casi e dei decessi è doveroso lanciare un nuovo appello alla popolazione – ha proseguito il Sindaco Lutzu -. Bisogna stringere i denti, rispettare le regole che tutti conosciamo e fare un nuovo sforzo per riguadagnare la nostra libertà. Un traguardo che possiamo raggiungere solo sconfiggendo il virus”.

La campagna vaccinale nell’hub proseguirà nei prossimi giorni con gli Over 70 della provincia registrati al Portale dei vaccini e convocati tramite SMS dal Cup regionale. I cittadini nati fra il 1942 e il 1951, non ancora registrati al Portale, possono farlo andando su https://vaccinocovid.sardegnasalute.it/  e inserendo i dati relativi a Codice fiscale e Tessera Sanitaria. Una volta registrati e ricevuta la convocazione via SMS, ci si dovrà presentare all’appuntamento per la vaccinazione, muniti di Carta d’identità, Tessera Sanitaria (o Codice Fiscale) e possibilmente con i moduli di consenso informato e schedaanamnestica già compilati.

Si ricorda che l’accesso principale all’hub vaccinale di Oristano (Nuovo Palazzetto dello Sport) è dal lato di viale della Libertà/via Morosini, ma per chi raggiunge la struttura in automobile è consigliabile utilizzare la strada che da viale Repubblica conduce al nuovo Palasport, costeggiando l’Hostel Rodia e il centro federale della FIGC, dove c’è ampia disponibilità di parcheggi.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: