Juncker a muso duro contro Renzi "L'Italia non smette attaccare la Ue a torto"

0 0
Read Time:49 Second

Il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, avverte il premier, Matteo Renzi: l’Italia, dice, non smette di attaccare Bruxelles a torto.  “La Commissione che presiedo – afferma Juncker – ha introdotto nell’interpretazione del Patto di stabilità degli elementi di flessibilità che sono andati a beneficio di un certo numero di stati membri. Prenderei l’esempio dell’Italia perché l’Italia non smette di attaccare la Commissione a torto e questo non produrrà i risultati previsti”. L’Italia, insiste, “non può più dire, e se lo si vuole dire lo si può fare ma me ne frego in realtà, che le politiche di austerità sarebbero state continuate da questa Commissione come erano state messe in atto in precedenza”, rileva Juncker durante un ragionamento sulle richieste italiane di flessibilità, in cui sottolinea tra l’altro che i costi “aggiuntivi” per migranti e terremoto valgono lo 0,1% del Pil e che l’Italia aveva promesso di avere un deficit dell’ 1,7% nel 2017 mentre ora ne propone uno del 2,4%.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: