La Cagliari Hertz Dinamo Academy perde di un punto con il Ferrara ed ora è tutto da rifare

Questa partita si doveva vincerla e invece no, è andata in un altro modo: è la Bondi Ferrara che dopo aver condotto tre quarti di gara, fa il colpaccio e conclude il match 86-85.

Le condizioni erano quelle giuste, pubblico delle grandi occasioni con il tutto esaurito, complice anche la capienza ridotta dell’impianto di Sa duchessa, tifo indiavolato, ma oggi per la Dinamo Academy è andata storta ed i programmi di allungare il vantaggio in classifica pure; anzi è proprio il Ferrara a sorridere per aver riagganciato i cagliaritani a dodici punti, tenendo pure conto che questa era una partita che valeva doppio, proprio perchè negli scontri diretti gli estensi hanno vinto due volte su due (oggi, ma anche all’andata).

Il primo quarto, con il Cagliari che schiera in quintetto Miles, Johnson, Picarelli, Janelidze e Rullo, è tutto di marca ferrarese: la squadra di casa parte lenta, mentre gli ospiti sembrano decisamente più ispirati; le percentuali in questo primo quarto parlano da sole: Cagliari 27,8%, Ferrara 45,5%. I rossoblù tirano male e poi sono “molli” in difesa, cosicchè il Ferrara chiude agevolmente a +11.

Nel secondo quarto la Cagliari Academy entra finalmente in partita, accorcia le distanze, ma deve sempre inseguire. Il punteggio è altalenante e si arriva al -3: la metà gara – grazie agli ultimi tiri in sequenza di Johnson e Miles – si conclude con il punteggio di 44-47.

Nel terzo quarto, la squadra di casa sembra più rinfrancata e dopo essere stata ad inseguire per tutta la partita, aggancia il primo pareggio con i liberi di Johnson dalla lunetta.

Il match si accende nel finale, con la Academy che comunque è di nuovo in svantaggio ed il terzo quarto si conclude sul 63-66.

L’ultimo quarto non è cosa per deboli di cuore, la partita si fa avvincente: la Academy si fa sotto ed a tre minuti dal termine, dopo aver a lungo inseguito, riesce ad agguantare il pareggio con una tripla di Johnson.

Il vantaggio 81-80 della squadra cagliaritana – il primo della gara – è finalmente raggiunto e siglato sempre da Johnson, a soli 2 minuti dal termine. Il finale, con il pubblico che fa il suo, incitando con calore la squadra, è davvero concitato e caratterizzato da un gioco spezzettato dai falli di ambedue le compagini: sul finire di gara, all’errore di Swann che sbaglia 2 liberi, risponde Bucarelli che sigla invece i due liberi della lunetta riportando sul +1 Cagliari.

La partita scivola via: a 10″ dalla fine, Campbell inventa il canestro del sorpasso, ora non restano che una manciata di secondi; timeout Cagliari, che forse sbaglia tattica, scegliendo di andare a cercare il fallo anzichè optare per la soluzione del blocco e tiro dell’uomo libero.

Sirena e tutti a casa: Ferrara ritorna alla vittoria dopo un brutto periodo di astinenza. Il finale è amaro, inutile negarlo e questo stop interno complica dannatamente le cose per la Cagliari Academy, che adesso dovrà sudare tanto per riuscire a salvarsi.

Cagliari Hertz Dinamo Academy – Bondi Ferrara 85-86

Parziali: 12-23, 32-24, 19-19, 22-20

Cagliari Dinamo Academy: Miles 24, Johnson 21, Janelidze 10, Bucarelli 12, Rullo 6, Allegretti 8, Picarelli 2, Rovatti 2.

Allenatore: Alessandro Iacozza

Bondi Ferrara: Swann 23, Fantoni 21, Molinaro 7, Calò 6, Panni 10, Campbell 19.

Allenatore: Andrea Bonacina

Arbitri: Di Toro – Bramante – Wassermann

Alberto Porcu Zanda

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: