La Prefettura di Cagliari cerca case per accoglienza nuovi migranti

0 0
Read Time:1 Minute, 56 Second

A seguito del consistente incremento del numero dei cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale che sbarcano nei porti italiani, si è determinata l’esigenza di incrementare la capacità di accoglienza. La Prefettura di Cagliari parla di accoglienza anche a livello provinciale, atteso che il numero dei posti immediatamente disponibili nel sistema di accoglienza di questa provincia gestiti da operatori economici con i quali sono già in essere le convenzioni per i servizi di accoglienza si è rivelato al momento insufficiente a garantire le crescenti richieste di ospitalità.
In tale contesto, la Prefettura di Cagliari, nel rispetto dei principi di economicità, efficacia, imparzialità, parità di trattamento, trasparenza e proporzionalità, si intende individuare eventuali operatori economici in possesso dei prescritti requisiti dalla vigente normativa per le procedure di naffidamento e che abbiano la disponibilità di idonee strutture nel territorio della provincia di
Cagliari, al quale affidare il servizio di accoglienza dei cittadini richiedenti protezione internazionale.

L’oggetto dell’appalto è il servizio di accoglienza dei cittadini richiedenti protezione internazionale, nell’ambito territoriale della Provincia di Cagliari, in centri collettivi di accoglienza e unità abitativem con capacità ricettiva fino a 50 posti.

La procedura negoziata sarà attivata sulla base dei seguenti importi:

  • per le unità abitative, €. 24,57 pro-capite e pro-die, IVA esclusa, e €. 150,00 per singolo kit
    di primo ingresso, a cui si aggiungono i costi della scheda telefonica di €. 5,00, del pocket
    money giornaliero di €. 2,50 e il rimborso delle prestazioni mediche a chiamata;
  • per i centri collettivi, €. 29,30 pro-capite e pro-die, IVA esclusa, e €. 150,00 per singolo
    kit di primo ingresso, a cui si aggiungono i costi della scheda telefonica di €. 5,00, del
    pocket money giornaliero di €. 2,50 e il rimborso delle prestazioni mediche a chiamata.
    L’importo complessivo dell’affidamento sarà determinato in fase di stipula nonché
    di esecuzione del servizio in forza delle prestazioni effettivamente rese, moltiplicato il numero di
    cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale ospitati nel centro offerto per il prezzo procapite / pro-die per i giorni effettivi di accoglienza, senza nulla pretendere per l’eventuale ospitalità
    di posti offerti e non utilizzati.
    Il criterio di aggiudicazione è quello del minor prezzo.

La domanda di partecipazione – attesa la particolare urgenza, dovrà pervenire alla Prefettura di
Cagliari, entro e non oltre le ore 12,00 del 22 novembre 2022 esclusivamente a mezzo PEC.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: