Lanusei. Arrestato 40enne russo, semina il panico per 3 giorni

Lanusei. Iaroslavtcev Maksim, 40enne, turista, a seguito di un movimentato episodio per un litigio avvenuto a bordo dello Yacht “Ocean 55” proveniente da Salerno, dopo un viaggio  da incubo a causa del comportamento dello stesso, era “caduto” nelle acque del porto e successivamente soccorso dagli uomini del Circomare.

Dopo essere stato dimesso è iniziato però il calvario per il personale dell’ospedale: il russo, accortosi che i connazionali con i quali viaggiava avevano lasciato il Porto di Arbatax, sabato scoso pur avendo disponibilità economica, è tornato (a piedi nudi) presso il reparto di Medicina poiché voleva trascorrere la notte presso la struttura sanitaria. A seguito del rifiuto del medico di guardia, ha sollevato di peso la dottoressa spostandola in un angolo della sala e subito dopo ha scaraventato una barella contro una finestra per fortuna senza ulteriori conseguenze. Sono arrivate due pattuglie dei Carabinieri della compagnia di Lanusei e di una del Commissariato di P.S. che hanno trasportato l’energumeno presso la Caserma della Compagnia per i necessari approfondimenti al termine dei quali, non essendoci gli elementi sufficienti per procedere all’arresto, è stato deferito in stato di libertà per interruzione di pubblico servizio. Nel frattempo ha insistentemente chiesto di pernottare nella Caserma dei Carabinieri ed a seguito dell’ovvio rifiuto ha iniziato a sbattere i pugni sulla scrivania del militare di servizio stracciando il verbale di perquisizione appena consegnatogli, prima di essere nuovamente denunciato ed accompagnato presso una struttura ricettiva.

Nella mattinata di domenica una pattuglia dell’Arma è intervenuta nuovamente in quanto il turista non voleva saldare il conto della camera d’albergo occupata durante la notte. L’uomo si è recato a Tortolì dove ha continuato a disturbare diversi passanti richiedendo l’intervento della Polizia Locale. Quindi, in quel pomeriggio, i Carabinieri di Lanusei a seguito di numerose richieste pervenute 112 che segnalavano un uomo scalzo sulla S.S. 125 tra Tortoli e Bari Sardo, hanno intercettato il russo che si stava recando a Cagliari a piedi.

Nella serata di Domenica a causa dello stato confusionale Iaroslavtcev Maksim è stato nuovamente ricoverato presso l’ospedale di Lanusei.

Ieri, a seguito delle dimissioni, è riiniziato il panico all’interno della struttura ospedaliera, con il turista che non voleva lasciare l’ospedale e importunava infermiere e presenti. All’arrivo dei Militari della Stazione cc di Lanusei e di Villagrande Strisaili in supporto alla Polizia Locale dell’Unione dei Comuni d’Ogliastra, all’interno della sala C.U.P.  Iaroslavtcev Maksim si è abbassato i pantaloni mostrando i genitali agli agenti ed in presenza di persone con minori al seguito.

A questo punto è stato dichiarato in arresto in flagranza di reato di atti osceni in luogo pubblico aggravati dalla presenza di minori, interruzione di pubblico servizio e resistenza a pubblico ufficiale. Durante la fase di trasferimento presso il Carcere di Lanusei, l’uomo oltre a continue minacce proferite e provocazioni proferite in lingua inglese e russa, ha cercato di aggredire i militari ed uno di loro nelle fasi concitate del bloccaggio, rese difficoltose dall’imponente mole dell’extracomunitario, ha riportato 5 giorni di prognosi.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *