L’estate in Blues con Sweet Music, Cagliari Blues Radio Station, Corto Maltese Poetto

0 0
Read Time:8 Minute, 18 Second

Anche il Blues è pronto a ripartire, in questa estate un po’ tardiva, circospetta ed al rallentatore per via del Covid19.

il Blues è curativo dell’anima, è tosto e resistente ed allora Sweet Music in collaborazione con Cagliari Blues Radio Station e Corto Maltese Poetto, cala dal cilindro una accattivante versione estiva del Rossoandblues Festival e del Corto Maltese Blues Festival.

E’ il momento di fare rete, di unire forze, programmi e palco nell’intento di continuare sempre e più di prima a fare musica dal vivo di qualità e valorizzare musicisti della scena sarda.

Quindi, niente concerti live in streaming, nè musica in TV, ma solo live in condizioni di assoluta sicurezza, nella spettacolare cornice della spiaggia del Poetto con la Sella del Diavolo a fare da sfondo.

Gli appuntamenti sono per domenica 19 e domenica 26 luglio, con Francesco Piu in Duo, Bad Blues Quartet, Matteo Leone e i TreeBlues.

Due serate con quattro appuntamenti in musica dal vivo, imperdibili per gli appassionati e non; il pubblico numeroso non mancherà, come nelle precedenti edizioni, in questo caso si starà solo più distanziati ma sempre vicini nell’anima blues.

Media Partner Radio Sardegna Web – Mostra esposizione di dischi vinile e cd. Free Entry – Inizio Concerti ore 21:00

TreeBlues – La band nasce nel 1998 per caso con l’incontro di 2 musicisti, Nilo (chitarra e voce), Gigi (Basso e voce). La voglia di fare del blues elettrico e del rock’n’roll anni 70’, ha portato la band sino ai giorni nostri, dopo l avvicendamento di vari batteristi.

La formazione attuale vede alla chitarra e voce Nilo Pillitu (detto Nilo CuatroMoros) , Luigi Loddo al basso (detto Gigi Vintage) ed attualmente alla batteria, dal 2008 Cristian Dettori (detto Zizi Gianga).

Rispettivamente di Villasor, Nuraminis e Serramanna. LA Band, oltre a suonare cover di prestigio quali Hendrix, Clapton, BB king, Credeence, esegue pure tutta una serie di brani inediti ed e’ attualmente in ristampa un mini Lp dal titolo Drink more wine.

Tante le collaborazioni con grandi musicisti quali Dimitri Pau (armonicista Cagliaritano di grande spessore), Alessio Sanna (piano ed hammond), Gabriele Cara (batteria), Nicola Cappai (batteria), Sandro Pantera (batteria),Nicola lai (piano).

La band ha suonato in tutta la Sardegna ma anche ad Eindhoven (Olanda) nel 1999; nel 2001 a Villamar, con apertura al grande maestro Antonello Salis; al Tiferno blues festival nel 2003 a Citta di Castello; a Perugia nel 2004, come apertura a Paola Turci; in Mini tour oltre oceano nel 2006 ad Atlanta USA, Managua Nicaragua, San jose Costa Rica; nel 2010 a Madrid; al Festival rock underground Chievo VR nel 2014; nel 2015 al Festival Blues Verona; nel 2016 al Festival rock Torre del Benaco sul Lago di Garda; nel 2018 Narcao Blues. line up: Nilo Pillitu (detto Nilo CuatroMoros) – chitarra e voce Luigi Loddo (detto Gigi Vintage) – basso Cristian Dettori (detto Zizi Gianga) – batteria.

Matteo Leone – Matteo Leone è un compositore, chitarrista, batterista, cantante. Fa parte del duo Don Leone, vincitore dell’Italian Blues Challenge del 2017. Formatosi come musicista Jazz e Avant-Garde è oggi interprete di un blues radicale e moderno allo stesso tempo: dalla sua musica risuonano insieme il Delta del Mississippi e le suggestività del Mediterraneo, la cultura Afroamericana, Sarda, Tabarchina. Line up: Matteo Leone – chitarra, voce, batteria.

Bad Blues Quartet – Il Bad Blues Quartet nasce dall’incontro di quattro musicisti che hanno fatto del Blues una ragione di vita. La band ha iniziato la sua attività suonando i brani dei maestri di questo genere fino alle sonorità più moderne (da Elmore James a John Mayer, da Stevie Ray Vaughan a Susan Tedeschi, passando per Ray Charles e Muddy Waters).

Nel repertorio anche pezzi originali di composizione, diventati dopo poco pilastro centrale delle loro esibizioni.

Alcuni di questi pezzi sono stati presentati nell’estate 2015 al Festival “Sulle Strade del Blues”.

Nell’estate del 2016 il Bad Blues Quartet partecipa al contest “Obiettivo BluesIn” indetto dallo storico festival “Pistoia Blues”. Il gruppo vince il concorso assieme ad altre due band (su oltre 700 in gara) dopo aver passato le selezioni svoltesi ad Ora (BZ) e Pistoia, ed ha l’occasione di esibirsi sul Main Stage del festival il 9 luglio 2016.

Il 15 agosto 2016 partecipa al Festival “Mammablues” (Dromos Festival) a Nureci aprendo il concerto della cantante britannica Sarah Jane Morris Tra il novembre 2016 e maggio 2017 la band registra il suo disco d’esordio prodotto dal chitarrista e produttore italiano Massimo Satta e da Luca Picciau.

L’album intitolato semplicemente “Bad Blues Quartet” esce il 1 giugno 2017 anticipato dal video-singolo “Snort Some Dasies”. I brani sono stati registrati al Metropolitan Studio di Monserrato e comprendono otto tracce originali e una cover (acustica) di una vecchia work song registrata da Alan Lomax negli anni 30. Il disco inoltre vede la partecipazioni di diversi musicisti ospiti, molto conosciuti nel panorama blues sardo.

“Bad Blues Quartet” ha partecipato al “Narcao Blues” e “Vulcani – Blues nel Montiferru”; nell’estate del 2018, al “Camigliano Blues Festival” aprendo il concerto del grande bluesman americano Andy J Forest.

I Bad Blues Quartet sono ospiti al Raduno Nazionale Blues Made In Italy di Cerea.

Nel novembre 2018 il quartetto cambia bassista: con Gabriele Loddo i Bad Blues Quartet sono nuovamente al lavoro in studio per il secondo disco per arrivare all’estate 2019 con la partecipazione dei festival Go Marche In Blues, Torrita Blues Festival, Pignola In Blues, Campania Blues Festival, Aglientu Blues Festival e diversi altri concerti in tutta Italia.

Il 27 luglio esce ufficialmente il secondo disco targato Bad Blues Quartet intitolato “Back On My Feet”, uscito sotto etichetta Talk About Records e col patrocinio di Blues Made In Italy. Il disco è stato registrato al Sonic Tower Records di Cagliari dal tecnico del suono Giampi Guttuso e comprende sei brani originali e due cover di Vera Hall e Nathaniel Rateliff, oltre alla partecipazione di diversi musicisti ospiti.

Line up: Eleonora Usala – voce Federico Valenti – chitarra elettrica Gabriele Loddo – basso elettrico Frank Stara – batteria.

Francesco Piu – Francesco Piu, cantante e chitarrista sardo – classe 1981, è una miscela esplosiva di blues, funky, rock e soul in chiave acustica e questo è il suo sound.

Accompagna la propria voce con strumenti quali chitarra acustica, dobro, weissenborn, banjo, lap steel e armonica. Negli ultimi anni si è ritagliato uno spazio di rilievo nel panorama del blues italiano ed internazionale.

Ha partecipato ad alcuni tra i più importanti festival del genere: IBC Memphis, Cognac Blues Passions, Blues To Bop, Blues Sur Seine, Pistoia Blues, Narcao Blues, Magic Blues, Santa Blues de Tenerife, Blues en Bourgogne, Salaise Blues, Milano Jazzin Festival, Vache De Blues, Schtumm, Trasimeno Blues per citarne alcuni.

Ha aperto concerti per grandi artisti quali John Mayall, Johnny Winter, Jimmie Vaughan, Robert Cray, Charlie Musselwhite, The Derek Trucks Band, The Fabulous Thunderbirds. E ancora Doyle Bramhall II, Sonny Landreth, Joe Bonamassa, Larry Carlton, Robben Ford, Albert Lee, Trombone Shorty, Brent Mason, Joe Louis Walker, Eric Sardinas, The Holmes Brothers, Vintage Trouble. Ha calcato il palco con artisti del calibro di Tommy Emmanuel, Eric Bibb, Roy Rogers, Fabio Treves, Matt Schofield, Guy Davis, Bob Stroger, Andy J.Forest, Sugar Blue, Watermelon Slim, Kevin Welch, Sandra Hall, Davide Van De Sfroos, Eugenio Finardi e molti altri.

Nel 2003 si aggiudica il primo premio al concorso “Blues From Sardinia” al Narcao Blues Festival, nel 2008 il primo premio al “Out of the Blue’s” di Samedan (SWI) e nel 2011 si aggiudica il prestigioso “Premio Maria Carta”. Dopo aver vinto le selezioni nazionali, si esibisce nel gennaio 2010 all’INTERNATIONAL BLUES CHALLENGE di Memphis, Tennessee come rappresentante italiano. Il 28 maggio 2015 suona al PARLAMENTO EUROPEO di BRUXELLES nell’ambito della conferenza stampa di presentazione dell’ European Blues Challenge 2016.

ALBUM: Il suo disco d’esordio è “BLUES JOURNEY” (2007) dove suona tutto da solo. Il secondo, “LIVE AT AMIGDALA THEATRE” (2010) in trio, supportato da batteria, percussioni ed armonica, si aggiudica la palma di MIGLIOR CD DEL 2010 alla II edizione del “Premio Nazionale Radio Trampa” dedicato alle produzioni indipendenti e ottiene lusinghiere recensioni dalla stampa specializzata.

Nel 2012 esce “MA-MOO TONES” prodotto da Eric Bibb, che si piazza tra i migliori 10 dischi dell’anno per Buscadero, consacra definitivamente Francesco Piu nella scena blues nazionale e gli apre le porte per esibirsi live in Francia, Spagna, Canada, Gran Bretagna, Norvegia, Svizzera, Belgio, Repubblica Ceca, Slovenia e Germania.

A ottobre 2013, nella sua tournèe canadese, si esibisce al prestigioso club “El Mocambo” di Toronto. A marzo del 2014 esce “LIVE AT BLOOM”, nel quale Francesco sperimenta sonorità più elettriche. Dopo il riconoscimento “Gianni Mangione Blues Award” dell’ Italian Blues River (dicembre 2014), il 2015 inizia con il primo vero e proprio USA TOUR. Si è esibito in Mississippi, Tennessee e California, dal “Club Ebony” di Indianola alla “House Of Blues” di Los Angeles fino al “Biscuits and Blues” di San Francisco, e ha registrato nel mitico SUN STUDIO di Memphis.

“PEACE & GROOVE” è il titolo del suo ultimo album che esce a Novembre 2016 per APPALOOSA RECORDS e viene subito inserito dalle riviste specializzate tra i migliori dischi dell’anno. Nato dalla collaborazione con lo scrittore Salvatore Niffoi, questo suo quinto lavoro rappresenta un’ulteriore svolta verso sonorità più soul e rhythm’n’blues, con la presenza di alcuni tra i migliori musicisti italiani di black music.

A giugno del 2017 “PEACE & GROOVE” vince il “Premio Mario Cervo” come miglior lavoro discografico dell’anno prodotto in Sardegna. Il 21 aprile 2018 esce, in occasione del Record Store Day, il nuovo disco comprendente delle sessioni incise da Francesco e dalla sua band al completo all’ interno di un vigneto nei pressi di Alghero: “THE CANN O’ NOW SESSIONS”.

Nel marzo 2019 apre tutti i concerti italiani del “John Mayall 85th Anniversary Tour”, otto date nei migliori teatri della penisola in compagnia del padre del British Blues. Line up: Francesco Piu – chitarra e voce Paolo Succu – batteria.

Alberto Porcu Zanda

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: