Liberi e Uguali: poliziotti e carabinieri vanno “disarmati”

0 0
Read Time:1 Minute, 59 Second

 I poliziotti come Gandhi. Corsi di formazione alla non violenza per i poliziotti. Ecco il disegno di legge depositato nell’archivio del Senato della

Repubblica presentato dal partito già “miracolato” con la concessione del gruppo parlamentare autonomo alla Camera, nonostante non avesse il numero di deputati eletti sufficiente. Liberi e Uguali, quattro gatti, demoliti alle urne, eppure ancora possono essere pericolosi. A raccogliere il testimone delle proposte assurde dell’ex presidente della Camera, stavolta è stata la senatrice Loredana De Petris. Disarmare gli agenti e iscriverli a corsi di formazione sulla pratica della non violenza. Funziona – assicura la De Petris – in altri Paesi già succede. Umiliati, massacrati, insultati. Ora pure disarmati. Nella relazione che fa da cornice al suo disegno di legge la De Petris motiva la sua trovata citando i casi limite ed offendendo i tanti esponenti delle forze dell’ordine che affrontano folle di inferociti antagonisti, rischiando la pelle, a volte perdendola. La senatrice di Leu non se ne cura: assistiamo a «episodi esecrabili che nel linguaggio dei media vengono indicati come “morti di Stato”. Sono storie di fermati dalle forze dell’ordine e successivamente deceduti». Cita i casi dei poveri  Stefano Cucchi, Federico Aldrovandi, Giuseppe Uva, Michele Ferrulli, Carlo Saturno. Sono casi, prosegue De Petris, che non avrebbero avuto «un esito fatale con opportune misure di prevenzione ed educazione alla non violenza».

La De Petris va oltre quando parla del cattivo addestramento dei poliziotti: «È una forma di educazione – dice, – che tende a disumanizzare e a considerare pericolosi per l’ ordine sociale gli antagonisti, i ribelli, gli emarginati, i carcerati…». Non si può sentire oltre, addirittura arriva a difendere i “bravi ragazzi” dei centri sociali e dei No Tav, definito «il movimento che più di tutti ha dovuto fare i conti con la violenza delle forze dell’ ordine in diverse occasioni». La De Petris è fuori dalla realtà. LeU è fuori dalla realtà.

Citiamo i punti del disegno di legge solo per completezza, nonostante l’assurdità. Prevede quattro articoli. In cui si chiede di avviare il personale di pubblica sicurezza alla cultura del satyagraha, introducendo «le metodologie didattiche più idonee ad elevare la conoscenza e l’ uso dei valori, delle tecniche, delle modalità di servizio e delle strategie della nonviolenza». Il  governo dovrà presentare al Parlamento una relazione annuale per riferire sullo stato di avanzamento del percorso. Gente pericolosa, sì e molto.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: