Libri, torna “Sanluri Legge”,

0 0
Read Time:3 Minute, 19 Second

Si rinnova l’appuntamento con ‘Sanluri Legge’, giunto alla VI edizione e divenuto ormai una certezza nel cartellone dei festival dedicati alla letteratura. Quattro serate al Castello Medievale di Sanluri con scrittori affermati nel panorama regionale ad alternarsi con vere e proprie star di livello nazionale: un ricco calendario capace di coinvolgere i tanti spettatori che negli anni hanno accompagnato la rassegna nel costante percorso di crescita.

Il tema dell’edizione 2022 è ‘Libri, costruttori di pace e solidarietà’. Una scelta figlia del momento difficile che il mondo sta attraversando a causa dei venti di guerra provenienti dall’Ucraina, uno slogan che vuole essere di buon auspicio per un futuro più sereno. Per ottenerlo occorre però alimentare il dibattito, entrare nel merito e ragionare sulle soluzioni, frutto della conoscenza e dell’approfondimento.

La nuova formula prevista dal Comune di Sanluri, che promuove l’evento con il sostegno della Fondazione di Sardegna e della Regione Autonoma della Sardegna – Assessorato P.I. BB. CC., e con il coordinamento organizzativo dell’Associazione Enti Locali per le attività culturali e di spettacolo, prevede tre giorni consecutivi di incontri nell’ultimo fine settimana di maggio (venerdì 27, sabato 28 e domenica 29), con un appendice a giugno, venerdì 24. Per ogni serata sono previsti due ospiti, e quindi due presentazioni, una alle 18.15 e una alle 19.30.

Il primo appuntamento prevede la presenza di Valentina Cebeni, autrice di origini sarde, che dialogherà con Francesca Spanu riguardo i suoi ultimi due romanzi ‘‘Una nuova vita’ e ‘Un mondo libero’, ovvero i due capitoli della Saga dei Fontamara. Alle 19.30 al Castello spazio all’acutezza e alla vivacità di Pietrangelo Buttafuoco, giornalista, scrittore, conduttore televisivo. In particolare ci si soffermerà sulla sua ultima fatica letteraria: ‘Sono cose che passano’; moderano Antonello Picci e Antonio Iannizzotto.

Sabato 28 maggio apertura affidata a Cristina Caboni, romanziera e imprenditrice cagliaritana, con la quale Michele Pipia approfondirà le tematiche trattate nella sua ultima fatica ‘La ragazza dei colori’. A seguire l’ospite più atteso, Gad Lerner, giornalista, scrittore e presentatore di talk show di approfondimento politico e culturale, con all’attivo diversi libri che hanno scalato le classifiche internazionali. Nell’occasione parlerà del suo saggio ‘Noi partigiani’ insieme a Michele Pipia.

La terza giornata sarà dedicata al thriller, con protagonista Paolo Roversi. Scrittore, sceneggiatore e podcaster, nonché autore di soggetti per cinema, tv e teatro, presenterà il recentissimo ‘L’eleganza del thriller’ in un dialogo con Francesca Spanu. Chiusura di settimana con un’altra colonna del panorama letterario sardo, Francesco Abate, che pungolato da Arianna Concu racconterà aneddoti e curiosità della sua ultima fatica, ‘Il complotto dei Calafati’.

Venerdì 24 giugno la serata finale della rassegna. Alle 18.15 Maria Francesca Chiappe, giornalista e scrittrice, al suo primo romanzo, dopo tanti saggi, approfondirà temi ed emozioni di ‘Non è lei’, con la partecipazione di Francesca Spanu. Alle 19.30 sarà invece il direttore artistico di Sanluri Legge 2022, Giovanni Follesa, a chiudere l’edizione 2022 con il suo ultimo libro ‘We are family’, dialogando sulle tematiche trattate nel testo insieme a Michele Pipia.

“In un momento storico così difficile i libri ci danno degli spunti di riflessione sugli ideali dei giovani e sulle storture della guerra; da qui l’idea del tema di questa edizione di Sanluri Legge: ‘Libri costruttori di pace e solidarietà – spiega il Sindaco Alberto Urpi nel presentare la VI edizione di Sanluri Legge -. Con grande soddisfazione anche quest’anno siamo riusciti a organizzare a Sanluri un grande festival e ad avere con noi una rosa di 8 grandi scrittori che da varie angolazioni trattano il tema della pace”.

“Il Festival Sanluri Legge si conferma un appuntamento letterario che si contraddistingue per una coralità di voci ricca e variegata – aggiunge il Direttore Artistico Giovanni Follesa -. Un viaggio che attraversa il nostro contemporaneo senza dimenticare il contesto regionale. Spazio dunque ai temi della Resistenza, dei diritti civili e delle donne, della storia. Il tutto raccontato tra saggistica e narrativa”.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: