“L’ultima lezione”, il corto di Pietro Marcias al Festival di Venezia

C’è ancora un pizzico di Sardegna nella 75^ Mostra del Cinema di Venezia. Dopo i cortometraggi dell’anno scorso realizzati dai registi Enrico Pau e Salvatore Mereu, arriva in Laguna “L’unica lezione” diretto da Peter Marcias e realizzato in seno alle attività laboratoriali del CELCAM, coordinate da Antioco Floris.

Come nei corti precedentemente prodotti, giovani studenti e professionisti hanno lavorato su un soggetto definito dai docenti e sviluppato durante il corso. Si tratta di un percorso che prende forma nella fase di pre-produzione e produzione dove al contributo di tutti gli studenti si sommano i passaggi inerenti la realizzazione di un film su standard professionali.

L’ultima lezione” poggia le sue basi sulla lectio magistralis che il regista iraniano Abbas Kiarostami tenne a Cagliari nel 2001, quando, in visita in Sardegna, incontrò gli studenti dell’Ateneo per parlare della sua idea di cinema. A quell’incontro, voluto e organizzato da Antioco Floris, allora giovane docente a contratto, partecipò anche Peter Marcias, poco più che ventenne aspirante regista, che filmò l’incontro con una piccola telecamera.

“Portare questo progetto alle Giornate degli Autori della 75^ Mostra D’Arte Cinematografica di Venezia – spiega il regista Marcias – è per me un grande onore e nello stesso tempo un grande responsabilità. Il primo ringraziamento va al Celcam, all’Università di Cagliari e al prof. Antioco Floris, che ha creduto nella mia idea e nello stesso tempo ha coordinato me e i ragazzi sotto il segno del grande Maestro Abbas Kiarostami. Insieme agli studenti abbiamo studiato, discusso, girato e montato, tenendo sempre presente la bellezza e le difficoltà del mestiere cinema”.

All’attività formativa hanno partecipato Stefano Angioni, Riccardo Cara, Giulia  Fara, Valentina Farris, Sara Gallus, Giannalisa Giorri, Simona Loddo, Elisa Meloni, Alessandro Mura, Davide Orrù, Simone Paderi, Andrea Perra, Marianna Piano, Alberto Pitzalis, Francesco Pupillo.

L’abbinamento del nostro cortometraggio al film con Toni Servillo – aggiunge Antioco Floris, direttore del CELCAM dell’Università di Cagliari – conferma l’interesse del mondo del cinema professionale ai nostri lavori e quindi certifica il raggiungimento di un alto standard di qualità delle nostre attività, già riconosciuto dal fatto che i nostri lavori continuano ad essere selezionati dalla Mostra internazionale del Cinema di Venezi

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: