Manuel Careddu. Salma restituita ai familiari

Nuoro. Sono di Manuel Careddu, il 18enne di Macomer ucciso barbaramente l’11 settembre scorso da un branco di giovani che poi lo hanno seppellito, i resti ritrovati dopo più di un mese nelle campagne di Ghilarza (Oristano). E’ quanto è stato accertato con la comparazione del Dna effettuato dai carabinieri del Ris. Il cadavere del giovane è stato dissequestrato e la Procura di Oristano ha autorizzato la restituzione della salma ai familiari. I funerali saranno celebrati giovedì alle 15.30 nella chiesa della Madonna Missionaria di Macomer. Per l’omicidio di Manuel sono stati arrestati sei giovani, tra cui due minorenni. Domani è stata fissata l’udienza del Riesame, presentata dagli avvocati Gianfranco Siuni e Giancarlo Frongia, che difendono i due minorenni, tra cui una ragazza di 17 anni, per un’eventuale modifica della misura cautelare.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *