Mercedes- Amg, Petronas e Ineos, la triplice alleanza per vincere

Mercedes- Amg, Petronas Motorsport e Ineos, insieme ai team Ineos Ciclismo e Ineos team Uk, siglano un accordo per implementare le migliori prestazioni su pista, strada e mare. La patnership pone la sua esistenza su tre elementi cardine: non mettersi limiti, condividere l’eccellenza tecnica e la convinzione che la migliore tecnologia possibile sia di aiuto gli atleti per ottenere il meglio.

Ingegneria, scienze umane, simulazione e analisi dei dati, L’inedita alleanza intende agire su queste direttrici ponendo insieme chi ha vinto sei campionati del mondo costruttori in Formula 1, chi ha vinto per sette volte il Tour de France e chi intende conquistare l’America’s Cup, il più antico trofeo sportivo del mondo.

L’eccellente trio lavorerà utlizzando la Scienza Applicata Mercedes Benz (MBAS), una fusione fra lo spirito delle corse e le migliori applicazioni scientifiche e tecnologiche.

Toto Wolf, Team Principal e Ceo di Mercedes Amg Petronas, spiega: “Le esigenze tecnologiche della Formula 1 ci consentono di sostenere le sfide tecniche avanzate in aree specifiche della vela e del ciclismo, con particolare attenzione all’aerodinamica e la capacità di produzione attorno ai componenti chiave.”

“Quando Sir Jim Ratcliffe – prosegue il manager -ci ha avvicinato con l’idea di riunire le tre organizzazioni, tutte con comprovate esperienze di eccellenza e alte ambizioni per il futuro, abbiamo subito visto l’opportunità di crescere e diversificare la nostra attività e di imparare da alcune delle squadre di maggior successo nello sport mondiale. Siamo molto entusiasti del potenziale di questo accordo nei prossimi mesi e anni “.

Nel 2021, ci sarà ad Auckland, l’America’s Cup, la “Formula 1 sull’acqua”.Mai nessun equipaggio inglese è riuscito a conquistare l’ambito trofero. Ci proverà INEOS TEAM UK, condotta da Sir Ben Ainslie, il marinaio olimpico di maggior successo di tutti i tempi. Il team inglese ha chiamato Britannia la sua prima barca da regata “AC75”, un monoscafo che dice la sua sia in aerodinamica che in idrodinamica. Nel 2020 arriverà una seconda barca da regata, dove la tecnologia sarà al top per consentire agli undici membri di equipaggio a bordo dei 75 piedi, di raggiungere il 100% del tempo di volo durante le regate.

I progetti tecnici intrapresi con Ineos Team UK e Mbas includeranno il supporto allo sviluppo della barca da regata (RB2) attraverso: aerodinamica dello scafo e della coperta; fogli; trasmissione e idraulica; FEA, strumenti di simulazione e validazione; sistemi di controllo. Implementazione del supporto software CFD, produzione di parti principali, progettazione meccanica e allestimento (all’interno dell’elettronica e dell’idraulica) insieme ai migliori processi di approvvigionamento, controllo qualità e gestione dell’affidabilità. La sfida progettuale per la prossima edizione dell’America’s Cup include una forte dipendenza dal mondo virtuale e dalla simulazione, dall’apprendimento automatico e dall’analisi dei dati, tutti o che vedranno l’apprendimento incrociato. Al momento, un gruppo di 18 esperti Mercedes lavora a tempo pieno con Ineos Team Uk. 

. Sir Ben Ainslie, Team Principal e Skipper della imbarcazione inglese dice: “Esiste un’incredibile sinergia tra tutti gli sport, la Formula 1, il ciclismo e l’America’s Cup è un affascinante mix di spingere i confini dell’innovazione tecnica a fianco delle abilità sportive. La Mercedes ha avuto un successo fenomenale in Formula 1 e c’è senza dubbio molto che possiamo imparare dalla sua organizzazione. Essere in grado di accedere alle loro risorse tecniche ed esperienza sarà un enorme impulso per il nostro team. Non vediamo l’ora di una forte collaborazione mentre lavoriamo insieme per riportare la Coppa nelle acque britanniche “.

Il Team Principal del Team Ineos, Sir Dave Brailsford, aggiunge: “Al centro di questi tre grandi team c’è la passione condivisa per le corse, per la vittoria e la creazione di grandi momenti sportivi. La nostra inesorabile determinazione nel guidare, navigare e pedalare più velocemente e superare la concorrenza in costante miglioramento trarrà enorme vantaggio da questa partnership. Siamo in grado di impollinare trasversalmente le nostre conoscenze collettive in scienza, tecnologia, prestazioni umane e strategia di corsa per creare ambienti vincenti ancora più forti.”

“È estremamente entusiasmante – prosegue Braislford – il lavorare con persone così brillanti e di successo in altri sport guidati da Mercedes il miglior team di F1. Non vediamo l’ora di iniziare e diventare più grandi insieme”.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: