Miss Italia 2016. Dalla Sardegna due Miss, Mara Zucca e Barbara Santagati

A Jesolo due miss della Sardegna sono entrate tra le 40 finaliste del concorso.
Mara Zucca numero 37 e Barbara Santagati numero 06 si contenderanno la corona di Miss Italia.

37

06

Saranno loro a rappresentare la nostra regione alle finali del concorso a Jesolo il prossimo 10 settembre, in diretta su La7, presentata da Francesco Facchinetti
Un’entusiasmante avventura iniziata per le due bellissime ragazze il 28 agosto a Jesolo quando hanno partecipato alle giornate di preselezioni insieme alle 210 concorrenti arrivate da tutta Italia. L’edizione n. 77 di Miss Italia sarà preceduta da due anteprime, sempre in onda su La7 giovedì 8 e venerdì 9 settembre. Proprio al termine di questa seconda serata, il pubblico potrà cominciare a votare; le preferenze saranno valide per il passaggio delle miss da 40 a 20 all’inizio della Finale tv. Le miss si presenteranno in abiti da sposa di Maria Celli, quando in gara ne resteranno dieci. In cinque, invece, sfileranno con gli abiti da sera di Renato Balestra su uno splendido red carpet e, una volta in tre, si sfideranno nella “gabbia” di Gianluigi Paragone. Vedremo le miss anche in bikini, ma non in una fase della gara, bensì in un momento di ‘celebrazione’ di questo indumento apparso per la prima volta 70 anni fa. In passerella sfileranno anche le mamme delle ultime due miss rimaste in gara, che sfileranno poco prima dell’elezione di Miss Italia 2016.

Spiega Patrizia Mirigliani, organizzatrice di Miss Italia durante la presentazione ufficiale delle fasi finali: “Il concetto chiave di quest’anno è unicità. Vogliamo che le ragazze sappiano che la bellezza è un valore che deve essere accompagnato da una personalità. Solo questo permetterà loro di essere donne forti e fare strada. Vogliamo abbattere gli stereotipi e proporre modelli più vicini alla gente, finalmente Miss Italia ha dato il nuovo diktat: sei bella anche se sei una 46, e potresti non solo partecipare ma anche vincere il concorso”. Al di là del valore universalmente riconosciuto della bellezza, dovranno emergere carattere, simpatia e freschezza. Per questo le quaranta miss finaliste dovranno superare delle prove  durante la serata del 10 settembre, che vanno oltre le usuali sfilate. Ci sarà lo ‘speed date’, in cui le venti ragazze che avranno superato la prima selezione dovranno a turno sedersi di fronte ad un giurato e, in pochi secondi, riuscire a destare meraviglia, stupire, sedurre. Dice Francesco Facchinetti, conduttore della nuova edizione: “Siamo nell’epoca dei social network mi interessa sentire la voce delle ragazze: devono sapersi raccontare in 10-15 secondi”.
Per questo le dieci miss rimaste dovranno raccontare un lato del proprio carattere tramite uno ‘snap’, breve video ispirato all’ormai celebre app social ‘Snapchat’. Nemmeno La7, che per il quarto anno consecutivo trasmette il concorso, ha voluto far mancare il proprio contributo per far emergere la personalità delle partecipanti. Le tre miss finaliste saranno protagoniste della ‘Gabbia delle miss’, variante del celebre programma di Gianluigi Paragone, che con il suo stile intervisterà simpaticamente le ragazze.

Delle 1535 iscritte, a Jesolo sono arrivate diciannove ragazze ‘curvy’, di cui tre alla finalissima di sabato sera. La Campania è la regione più rappresentata in questa edizione con ben quattro ragazze tra le finaliste. Tutte di età compresa tra i 18 e i 27 anni, nessuna delle ragazze giunte alla finalissima porta i capelli corti . La giuria artistica sarà composta da Raoul Bova, Mara Venier, Anselma Dell’Olio, Gregorio Paltrinieri e Vincenzo Salemme.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *