Musica, BFlat Jazz Festival. Rosaria de Souza e Paolo di Sabatino nella serata inaugurale dell’VIII edizione.

0 0
Read Time:2 Minute, 43 Second

Dopo l’anteprima col bellissimo concerto dei Matt Bianco, prende il via ufficialmente l’VIII edizione del Bflat – Jazz Festival sabato 16 ottobre

Ad aprire le danze sarà Rosalia De Souza con la sua voce dolce, passionale, e determinata. La poliedrica cantante che con il suo fascino latino ha conquistato il cuore del pubblico italiano, partita da Rio de Janeiro, distretto di Nilopolis, vive in Italia dall’88, dove quasi per gioco inizia a cantare in diversi locali brasiliani fino all’incontro con il noto dj Nicola Conte che le cambia la vita.I brani del repertorio attingono alla ricca tradizione bossanova, da Roberto Carlos a A.Wertmuller, Tom Jobim , Edu Lobo, Vinicius de Moraes, Joao Gilberto, Sergio Mendes, Edu Lobo, Joyce, Toquinho, Caetano Veloso, Gilberto Gill e Chico Buarque.

Bisogna prepararsi a emozioni forti perché il suo stile inconfondibile, l’eleganza e un fascino quasi mistico rievocheranno anni indimenticabili, dove le note toccano nel profondo il nostro cuore e fanno affiorare sentimenti persi nel tempo.

Paolo di Sabatino, pianista, compositore e arrangiatore, nasce a Teramo il 26 settembre 1970 e sin da giovanissimo studia pianoforte sotto la guida del padre.

Il diploma arriva nel 1990 col massimo dei voti, la lode e la menzione speciale, presso il Conservatorio di Bari. Nel 1994, nello stesso Conservatorio, consegue il diploma di Musica Jazz. Dedicatosi esclusivamente al jazz si esibisce con varie formazioni a proprio nome dal “piano solo” all’ottetto.


Ha partecipato a numerose trasmissioni radio-televisive (Radio Rai 1,2,3, Radio Capital, Rai News 24, Tg2, Domenica In, La7) e suonato in importanti clubs e festivals.

La rassegna, tuttavia, non si limita alla serata di sabato. Già da domenica alle 20.30, sempre al Bflat ,sarà di scena il quartetto del brillante sassofonista Elias Lapia. che presenterà il suo ultimo lavoro. Sempre ad ottobre, il 24 salirà sul palco il quintetto di Tony Momrelle, voce degli Incognito, tra i più apprezzati vocalist britannici. Il 29 è prevista l’esibizione del trombettista Fabrizio Bosso con J.O. Mazzariello al piano con il loro album Tandem.

Grande attesa anche per il Sassofonista di New Orleans Jasse Davis, premiato come miglior musicista jazz nell’89 durante il prestigioso Downbeat Festival di Philadelphia. Il suo concerto è in programma il 5 novembre. Il giorno dopo, spazio anche alle voci femminili con la cantante eritrea Helen Tazfazghi accompagnata dal trio di Elio Coppola.  

Il tempo di riposarsi è si riprende il 12 novembre è tempo di “Gocce dall’inferno”, un recital musicale tratto dal primo libro della commedia dantesca, è una performance musicale/teatrale. Il 13 dagli Stati Uniti arrivano anche i figli del leggendario bassista Jaco Pastorius, un trio composto dai figli Felix al basso e Julius alla batteria con il sassofonista spagnolo Santacruz.

Serata conclusiva il 14 novembre all’Auditorium del conservatorio con l’atteso concerto di Fabio Concato, una delle più belle certezze della musica italiana, in un concerto acustico dove ripercorrerà la sua enorme discografia. A completare il ricco cartellone tanti musicisti sardi, tra cui Sebastiano Dessanay che presenterà il suo lavoro dicografico/editoriale 377  project che è un progetto artistico a trecentosessanta gradi dedicato alla Sardegna. 

Durante la rassegna sono inoltre previsti, seminari, masterclass e videoproiezioni. Per informazioni e programma del Festival www.bflat.it 

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: