Nascerà a Oristano la prima “accademia” dei Vigili del Fuoco

Sorgerà a Oristano, nel cuore della Sardegna, il nuovo polo didattico regionale dei Vigili del Fuoco. L’edificio sarà articolato su tre piani e ospiterà un’aula magna da 100 posti, aule didattiche e 47 posti letto; le strutture esterne si svilupperanno su circa 5.000 metri quadrati con aree per addestramento, parcheggi, ecc.

Il progetto è stato presentato questa mattina alla stampa e alla cittadinanza, presso il comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Oristano, alla presenza del sottosegretario all’Interno Stefano Candiani, del capo dipartimento dei Vigili del Fuoco, Soccorso pubblico e Difesa civile Salvatore Mulas, del capo del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco Fabio Dattilo, del direttore regionale Vigili del fuoco Massimilano Gaddini, dei comandanti delle sedi provinciali dei Vigili del Fuoco in Sardegna e delle autorità regionali e locali.

«Nel futuro che stiamo progettando – ha dichiarato il sottosegretario Candiani – servono strutture, non solo per la formazione costante dei Vigili del Fuoco, ma anche per selezionare e preparare i nostri uomini», una sorta di «accademia» dei Vigili del Fuoco.

Lo strumento più adatto, per avere nel Corpo soggetti giovani da formare, è la ferma breve. «Oggi – ha spiegato il capo del Corpo Dattilo – l’esigenza è quella di far entrare presto i giovani nei Vigili del Fuoco». Servono ragazzi di 20-25 con un mestiere in mano: muratore, idraulico, elettricista, meccanico, ai quali insegnare poi le tecniche di spegnimento degli incendi e tutte quelle conoscenze che servono per diventare Vigili del Fuoco.

In precedenza, il sottosegretario Candiani aveva incontrato il prefetto di Oristano Gennaro Capo e i vertici locali delle forze di polizia.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *