Nuoro. Maxi operazione della polizia Penitenziaria nel carcere di Badu ‘e Carros, arrestato familiare di un detenuto

Nuoro. Brillante operazione della Polizia Penitenziaria di Nuoro. Un’importante attività info investigativa ha permesso il sequestro di un quantitativo di sostanze stupefacenti che il parente di un detenuto appartenente al circuito AS aveva abilmente occultato nella parti intime per cercare di introdurlo in Istituto.

Da questo rinvenimento è stata estesa la perquisizione in un bed and breakfast dove il familiare alloggiava. Le operazioni brillantemente condotte dal Comandante del reparto hanno visto l’impiego del nucleo cinofili della Polizia Penitenziaria e gli Agenti dell’Istituto. L’esito della perquisizione è stato positivo, infatti sono stati rinvenuti 8 micro cellulari che l’arrestato doveva cercare di introdurre in Istituto, altre quantità di sostanze stupefacenti e grosse somme di denaro in contanti che le indagini hanno dimostrato provenire da traffici  illeciti.

Interviene per commentare l’operazione il segretario generale della UIL PA Polizia Penitenziaria della Sardegna Michele CIREDDU che dichiara:

“Si tratta dell’ennesima operazione messa in atto dagli Uomini della Polizia Penitenziaria dell’istituto nuorese, le operazioni coordinate dal Comandante del reparto con l’ausilio del nucleo cinofili hanno evidenziato che la Polizia Penitenziaria è una forza di Polizia dalle grandi capacità. In questo caso sono state coniugate capacità di intelligence, capacità operative e straordinario coordinamento dell’azione repressiva.

Come sosteniamo da tempo, i nostri Agenti dimostrano giornalmente una professionalità poliedrica, gestire la sicurezza nelle sezioni, concorrere alle attività trattamentali, svolgere attività di Polizia Giudiziaria sono solo alcune delle numerose funzioni che vengono svolte con straordinari risultati!

Continuiamo però a sostenere che l’attenzione del Dipartimento per la Sardegna è inversamente proporzionale alla capacità dimostrata dai nostri Poliziotti. Servono infatti interventi urgenti, sia per integrare l’organico deficitario sia per fornire strumenti e mezzi che possano agevolare il difficilissimo e delicatissimo lavoro.

Alla Polizia Penitenziaria di Nuoro a tutti i livelli va il plauso ed il ringraziamento mio personale e di tutta la UIL.”

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: