Nuoro. Non è possibile porsi alla guida dopo aver “fumato” della marijuana light

I Carabinieri del Comando Provinciale di Nuoro, nei giorni scorsi, hanno proceduto ad effettuare due distinti sequestri di “cannabis light”, nota come “marijuana legale” che da diverso tempo viene commercializzata legalmente da rivendite autorizzate e distributori automatici.

I militari dell’Arma, impegnati nei controlli della circolazione stradale, hanno contestato a due giovani automobilisti di essersi messi alla guida delle proprie auto, dopo aver fatto uso della marijuana acquistata legalmente presso alcuni esercizi commerciali. Sono state le analisi di laboratorio a stabilire che i due avevano fatto uso della marijuana, risultando positivi ai cannabinoidi e, pertanto, non potevano porsi alla guida di alcun veicolo. I giovani sono rimasti meravigliati quando i militari hanno proceduto al sequestro della infiorescenza di marijuana, recuperata nell’auto e alla contestazione della violazione di cui all’art. 187 del Codice della strada (guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti) che prevede, tra l’altro, il ritiro immediato della patente di guida.

Al riguardo, stante il fenomeno in crescente aumento della commercializzazione della Cannabis sativa, ai più nota come marijuana, è bene precisare che la legge 242/2016 non legalizza affatto la cannabis. La normativa, infatti, nel sostenere e promuovere la coltivazione della filiera della canapa (Cannabis sativa L.), quale coltura in grado di contribuire alla riduzione dell’impatto ambientale in agricoltura, prevede che venga commercializzata quella che presenta un THC (tetraidrocannabinolo, principio attivo della cannabis) inferiore allo 0,2 %. La legge non prevede espressamente che la cannabis a basso contenuto di principio attivo, sia destinata al consumo umano.

L’acquisto di tali prodotti, pertanto, del tutto legittimi, ma solo da parte di soggetti maggiorenni, è espressamente vietata la vendita ai minori, non legalizza il suo uso improprio. Analogamente a quanto accade oggi per l’alcool o per le sigarette, che il cittadino maggiorenne può acquistare liberamente nei supermercati, nei bar e nelle rivendite di tabacchi, ma il cui uso è vietato in determinate circostanze, non è possibile porsi alla guida dopo aver “fumato” della marijuana light, per l’alterazione che viene generata sulle condizioni psico-fisiche del soggetto utilizzatore.

C

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *