Nuoro saluta Francesco e Matteo

0 0
Read Time:2 Minute, 50 Second

“Per i genitori, sopravvivere ai propri figli è qualcosa di particolarmente straziante, che contraddice la natura elementare dei rapporti che danno senso alla famiglia stessa. La perdita di un figlio o di una figlia è come se fermasse il tempo: si apre una voragine che inghiotte il passato e anche il futuro. La morte, che si porta via il figlio piccolo o giovane, è uno schiaffo alle promesse, ai doni e sacrifici d’amore gioiosamente consegnati alla vita che abbiamo fatto nascere”.  Queste le parole del Papa all’udienza generale in piazza San Pietro, nellottobre del 2015 dedicata, al lutto che colpisce le famiglie.
La morte di due giovani figli lascia sempre senza parole, ancor di più  quando capita il giorno  in cui nasce il Messia, a Natale, giorno di festa per tutti,  divenuto giorno funesto per una mamma, un babbo  un fratello che,  mai più  rivedranno i loro cari, venuti a mancare in seguito ad un tragico incidente avvenuto poco dopo le 13  del 25 dicembre 2017. A bordo di una Ford Fiesta,  quattro ragazzi stavano percorrevano la Statale 129 quando, nell’imboccare una curva hanno perso il controllo della vettura finendo contro il guard rail.  Nell’impatto Matteo e Francesco Pintor, due fratelli di 16 e 23 anni, sono morti sul colpo, un terzo fratello Giovanni, 20 anni, è stato dimesso. Il quarto giovane alla guida dell’auto Alessandro Satta, cugino dei Pintor, è  ricoverato in prognosi riservata.
Per tutta la giornata ieri, tantissimi  conoscenti, amici e parenti si sono recati nella camera mortuaria per stringersi attorno alle bare di Francesco, laureato in Economia e Matteo studente al liceo scientifico.
I funerali si sono svolti alle 10 di stamane 27 dicembre, nella parrocchia del Sacro Cuore a Nuoro,   celebrati dal vescovo di Nuoro monsignor Mosè Marcìa alla presenza dell’amministrazione comunale.  La chiesa stracolma di persone, ma tante altre non sono riuscite ad entrare e hanno ascoltato l’omelia dall’esterno
In Municipio   bandiere a mezz’asta in  segno di lutto mentre la seduta del Consiglio comunale di giovedì  si aprirà con un minuto di silenzio.  Il primo  cittadino di Nuoro in  una nota ha scritto: “La tragedia che ha colpito la famiglia Pintor ci lascia senza fiato. La città di Nuoro piange la perdita di Matteo e Fancesco. Siamo tutti in lutto l’amministrazione e l’intera città si uniscono al dolore della famiglia Pintor per questa immensa perdita. Purtoppo non ci sono parole per alleviare un tale dolore. A dare in arte la misura del dolore sono state da ieri e per tutta la giornata di oggi le presenze della camera mortuaria dei cittadini che si sono stretti attorno ai genitori Michele Pintor e Annarita Doneddu e soprattutto a Giovanni Pintor, 20 anni, il giovane sopravvissuto all’incidente. Un dolore immenso misto alla speranza che accomuna anche Pattada, il paese dove risiedeva Alessandro Satta, 23 anni, cugino delle vittime, ricoverato in rianimazione. Ci stringiamo tutti, in silenzio, intorno ai familiari e a tutti coloro che conoscevano Matteo e Francesco”.
La notizia del terribile incidente che è costato la vita ai due giovani fratelli, Matteo  e Francesco,  ha lasciato sbigottita e profondamente addolorata la comunità nuorese che attraverso i social ha espresso  alla famiglia la più sentita vicinanza in questo momento di enorme dolore.
Piange, il cuore piange, non trova pace, il cuore spezzato di una mamma, ma…”a chi piange, tutti gli angeli sono vicini”.

Foto di copertina: La Nuova Sardegna

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: