On.li Zedda e Coinu (Forza Italia) su omicidio Macomer

Occorre non abbassare la guardia. Non si deve commettere l’errore di ridurre ad un fatto di cronaca casuale l’omicidio del giovane studente di Macomer. Così la capogruppo di Forza Italia Alessandra Zedda e il consigliere regionale degli azzurri Stefano Coinu sulla tragica svolta dell’uccisione di Manuel Careddu, il 18enne del centro del Marghine che – secondo gli investigatori – sarebbe stato massacrato da quattro ragazzi. <<Se la notizia dovesse essere confermata, sarebbe necessaria una riflessione approfondita sulla vicenda – aggiungono i rappresentanti forzisti nell’aula di via Roma – Non si tratta solamente di un tragico epilogo circoscritto a Macomer e dintorni. E’ con angoscia che osserviamo questa deriva sociale di una fascia di adolescenti, con i fenomeni di violenza che hanno raggiunto il culmine>>. Zedda e Coinu puntano sul malessere giovanile, ormai giunto a livelli di guardia: <<Per questo sin dalla prossima manovra finanziaria chiederemo lo stanziamento di risorse aggiuntive per progetti speciali di educazione al rispetto e all’affetto, con il coinvolgimento dei servizi sociali comunali e delle aziende socio sanitarie locali dei diversi distretti, per prevenire situazioni di disagio ed evitare altre tragedie sui territori>>.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *