Oristano, settimana di Ferragosto orari di apertura dei siti di interesse culturale

La Fondazione Oristano e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Oristano hanno stabilito gli orari di apertura dell’Antiquarium arborense, della Pinacoteca Carlo Contini, del Centro di Documentazione sulla Sartiglia e della Torre spagnola di Torre Grande nella settimana di Ferragosto.

ANTIQUARIVM ARBORENSE MUSEO ARCHEOLOGICO GIUSEPPE PAU – apertura dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 20, sabato e domenica 9/14 – 15/20 (martedì in occasione della notte bianca orari 9/14:30 e 18/23:30).

L’Antiquarium Arborense è il museo archeologico di Oristano, ospitato nell’elegante palazzo Parpaglia, nella centralissima piazza Corrias. Il museo custodisce reperti che abbracciano un ampio arco temporale che va dall’età preistorica fino a quella medievale.

PINACOTECA COMUNALE CARLO CONTINI – apertura tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 (martedì in occasione della notte bianca orari 10/13 e 18/21)

La Pinacoteca, intitolata a Carlo Contini, il maggior artista oristanese del XX secolo, è ospitata presso l’antico ospedale giudicale, l’Hospitalis Sancti Antoni. È articolata in una sezione dedicata alla collezione artistica di proprietà del Comune di Oristano e in un’altra dedicata allo svolgimento di mostre temporanee.

CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E STUDIO SULLA SARTIGLIA – apertura dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19, il sabato dalle 10 alle 12 (martedì in occasione della notte bianca orari 10/12 e 21:30/23:30).

In occasione della Sartiglia 2019 è stata inaugurata la nuova esposizione del Centro di

Documentazione sulla Sartiglia. Ospitata al piano terra dell’elegante “Palazzo Sanna”, struttura comunale destinata all’attività della Fondazione Sa Sartiglia Onlus (ora Fondazione Oristano) la nuova esposizione si caratterizza per la sua presentazione interattiva e multimediale.

GRAN TORRE DI TORRE GRANDE – apertura dal venerdì alla domenica e il giorno Ferragosto dalle 16 alle 20

La Gran Torre di Torre Grande (frazione di Oristano a 8 km circa dalla città) è la maggiore opera difensiva realizzata alla fine del Cinquecento nel complessivo programma di difesa delle coste sarde. La torre viene realizzata dopo il 1542, anno in cui la città ottiene il diploma regio per l’edificazione. La struttura viene ultimata intorno agli anni ’70 del cinquecento, e si è conservata pressoché invariata.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: