Oristano – Tradizione e spettacolo assicurati per chi sceglie di assistere all’edizione 2020 della Sartiglia

Illustrate tutte le novità e il ricco programma della Sartiglia del 2020, nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella tarda mattinata di oggi, nella Sala Consiliare del Comune di Oristano, con la partecipazione del Presidente della Fondazione Oristano e Sindaco, Andrea Lutzu, i Presidenti dei Gremi dei Falegnami e dei Contadini, Carlo Pisanu e Gianni Dessì e il presidente dell’Istituzione Sartiglia Luigi Cozzoli, dall’Assessore alla Cultura Massimiliano Sanna, dal Direttore della Fondazione Francesco Obino e dal Responsabile tecnico Filippo Uras. Il Presidente della Pro loco Gianni Ledda, inoltre, ha presentato il programma della Sartigliedda, che si svolgerà lunbedi 24 febbraio.

Come ha sottolineato il sindaco Lutzu, in apertura di conferenza stampa, la principale attenzione degli organizzatori della Sartiglia, come nelle passate edizioni, “si è concentrato sulle stesse parole d’ordine: sicurezza, spettacolo e tradizione. Fondazione Oristano, Comune, Gremi, Cavalieri, Prefettura e Questura, Vigili del Fuoco, ASSL e tutto l’apparato pubblico hanno compiuto ogni sforzo per consentire alle decine di migliaia di spettatori che affolleranno Oristano di godere serenamente della giornate di festa, assistere al magico spettacolo della manifestazione in assoluta sicurezza. Abbiamo lavorato alacremente – ha continuato Lutzu – per non incorrere in alcuni errori commessi nel passato ed è stata messa a punto una macchina in cui nulla è stato lasciato al caso e all’improvvisazione, elaborando un piano per la sicurezza che prende in esame ogni possibile situazione di emergenza. La manifestazione, che vede la partecipazione di diverse migliaia di spettatori, viene considerata a rischio elevato e questo comporta l’adozione di misure specifiche. Se da un lato le forze dell’ordine e il personale della sicurezza della Fondazione Oristano, saranno impegnati ad assicurare controlli rigorosi nelle strade e nei punti di accesso alle aree teatro della manifestazione, dall’altro saranno i cavalieri guidati da Christian Matzutzi e Ignazio Lombardi a dispensare spettacolo e regalare emozioni”.

Insomma, Oristano è pronta ad immergersi nella grande festa della Sartiglia e ad aprire le porte a decine di migliaia di turisti.

Nel Corteo di Eleonora d’Arborea della Sartiglia 2020 sfileranno i costumi di Beatrice d’Arborea-Narbona e di Guglielmo III di Arborea-Narbona.

I due abiti, presentati questa mattina durante la conferenza stampa della Sartiglia dall’archeologo Raimondo Zucca, sono stati rielaborati dallo stilista Carlo Petromilli e realizzati nel laboratorio “Rinascere” del Centro Antiviolenza “Donna Eleonora” di Oristano.

Il laboratorio nasce dal progetto “Rinascere: una nuova vita agli oggetti per una nuova vita delle donne”, realizzato dal Rotary Club di Oristano, nell’Anno rotariano 2018/2019, sotto la presidenza di Silvia Oppo, attraverso un finanziamento della Rotary Foundation, con la sinergia dell’Associazione Prospettiva donna, del Centro Antiviolenza Donna Eleonora di Oristano e dalla casa protetta, dei Rotary club della Provincia di Oristano e della Consigliera di Parità della Provincia di Oristano Stefania Carletti e con il patrocinio dell’Assessorato alle Pari Opportunità, dell’Assessorato ai Servizi Sociali e dell’Assessorato alle attività produttive del Comune di Oristano. Il laboratorio, attivo dalla primavera scorsa, coinvolge le donne vittime di violenza assistite dal centro, in un’attività volta alla creazione di nuovi oggetti a partire da materiali di riciclo. Gli oggetti che riprendono vita, dunque materiali ai quali viene data una nuova possibilità di “essere”, possono essere metaforicamente associati ai difficili e complessi percorsi delle donne vittime di violenza di genere e domestica, che con grande fatica intraprendono nuovi percorsi di vita.

Questo il programma definitivo, messo a punto per la Sartiglia 2020. Si comincia domenica 23 e si conclude martedì 25 febbraio, con grande spazio allo spettacolo, alla tradizione e al fascino di sempre, che si ripetono da secoli. Ma per l’edizione 2020 della giostra non mancheranno le novità. A cominciare dall’esordio della Fondazione Oristano, nata su iniziativa del Comune di Oristano per la gestione del sistema culturale comunale, che per la prima volta organizza la giostra attraverso l’Istituzione Sartiglia, uno dei tre comitati creati al suo interno, e insieme a tutte le componenti storiche della Sartiglia. Altre novità: il numero dei cavalieri che saranno 111 e la sede della vestizione del Componidori del Gremio dei Falegnami che si sposta nella piazza delle ex case minime, recentemente dedicata a Lucio Abis. E, infine, i sistemi di accesso all’area della giostra che saranno organizzati tramite portali dotati di telecamere per il conteggio del pubblico.

Il ricco programma della Sartiglia 2020 è stato presentato questa mattina nella sala consiliare del Comune di Oristano dal Sindaco e Presidente della Fondazione Oristano Andrea Lutzu, dal Presidente dell’Istituzione Sartiglia Luigi Cozzoli, dai Presidenti dei Gremi dei Contadini e dei Falegnami Gianni Dessì e Carlo Pisanu, dall’Assessore alla Cultura Massimiliano Sanna, dal Direttore della Fondazione Francesco Obino e dal Responsabile tecnico Filippo Uras. Il Presidente della Pro loco Gianni Ledda ha presentato il programma della Sartigliedda.

Per il 2020 il focus degli organizzatori della Sartiglia è concentrato sulle stesse parole d’ordine delle ultime edizioni: sicurezza, spettacolo e tradizione. Fondazione Oristano, Comune, Gremi, Cavalieri, Prefettura e Questura, Vigili del Fuoco, ASSL e tutto l’apparato pubblico hanno compiuto ogni sforzo per consentire alle decine di migliaia di spettatori che affolleranno Oristano di godere serenamente della giornate di festa, assistere al magico spettacolo della manifestazione in assoluta sicurezza.

Organizzatori e Forze dell’Ordine hanno messo a punto una macchina in cui nulla è stato lasciato al caso e all’improvvisazione, elaborando un piano per la sicurezza che prende in esame ogni possibile situazione di emergenza. La manifestazione, che vede la partecipazione di più di 10 mila spettatori, viene considerata a rischio elevato e questo comporta l’adozione di misure specifiche. Se da un lato le forze dell’ordine e il personale della sicurezza della Fondazione Oristano saranno impegnati ad assicurare controlli rigorosi nelle strade e nei punti di accesso alle aree teatro della manifestazione, dall’altro saranno i cavalieri guidati da Christian Matzutzi e Ignazio Lombardi a dispensare spettacolo e regalare emozioni.

  1. LE NUOVE MISURE DI SICUREZZA

Il conteggio del pubblico sarà realizzato attraverso portali dotati di telecamera che conterà le persone in entrata e in uscita. Non sarà necessario avere un biglietto nè un tagliando di ingresso. I portali, larghi due metri e mezzo e altri 3, verranno installati complessivamente in 15 punti; 6 per la corsa alla stella e 9 per le pariglie: 2 in Piazza Manno, 1 in via Crispi, 1 in via Ciutadella de Menorca, 1 in via Eleonora, 1 a San Francesco, 1 in Piazza Roma, 2 in via Serneste, 1 a Portixedda, 1 in via Solferino, 1 in Piazza Mariano, 1 in via Mariano IV, 1 in vico Mazzini, 1 in via Figoli. Nei punti di accesso saranno effettuati controlli con il metal detector. Ogni settore avrà vie e spazi di fuga adeguatamente segnalati. La capienza totale sarà di 23 mila spettatori: 10.736 spettatori alla stella (2.428 in tribuna e 8.308 in piedi in un’area di 5.516 mq) e 12.173 alle pariglie (1.010 in tribuna e 10.153 in piedi in un’area di 6.938 mq).

  1. IL PIANO DI EMERGENZA

Il piano di emergenza individua vie di fuga di adeguata capacità e stabilisce altre importanti misure: le aperture di sicurezza saranno presidiate da personale dell’organizzazione formato per fronteggiare l’emergenza; sarà presente un servizio antincendio composto da personale con attestato di rischio alto che, in parte, ha già svolto mansioni di vigile del fuoco; verrà predisposto un sistema integrato di gestione dell’emergenza con personale presente in pista e squadre dell’organizzazione che vigileranno e gestiranno i varchi di accesso; verrà allestito un centro di coordinamento della manifestazione in cui saranno presenti rappresentanti della Questura, della Prefettura, dei Vigili del Fuoco, della Polizia Locale, della Centrale Operativa del 118, della ASSL e della Fondazione Oristano, in modo da garantire un immediato scambio di informazioni e un tempestivo intervento nella gestione delle eventuali emergenze. Il Piano prevede presidi con personale qualificato atti ad agevolare il deflusso del pubblico presente nei punti nevralgici, alleggerendo così la pressione che si potrebbe venire a creare a causa della conformazione del percorso.

  1. L’APPARATO DI SICUREZZA

Per garantire lo svolgimento della manifestazione in piena sicurezza la Fondazione Oristano ha allestito un apparato composto da circa 200 persone: 12 tra medici, infermieri e conduttori con 3 ambulanze; 5 veterinari e 2 conduttori di mezzi (oltre ai veterinari della ASSL); 9 addetti al servizio radio e speakeraggio; 30 addetti al servizio d’ordine e verifica pass; 50 addetti alle aree riservate e alle tribune; 7 componenti Giuria Sartiglia (Presidente, 5 giudici di merito e 2 giudici di qualità); 8 operatori per tenere in ordine i percorsi; 30 addetti per il controllo accessi dai portali e 30 addetti al servizio varchi (interni al percorso); 20 addetti al servizio antincendio; un gruppo di ex sartiglianti per assistenza ai cavalli in caso di emergenza. L’apparato è stato studiato e dimensionato per monitorare costantemente tutti i punti del percorso e intervenire con tempestività garantendo la soluzione di ogni emergenza: fenomeni di panico tra il pubblico, malori e incidenti agli spettatori o ai cavalieri, incendi, situazioni di emergenza durante il passaggio del corteo.

  1. I CONTROLLI SUI CAVALIERI

I controlli sull’uso di sostanze stupefacenti e psicotrope, a campione, si svolgeranno prima e dopo la manifestazione (sabato, lunedì e mercoledì) mentre gli alcoltest si svolgeranno i giorni della Sartiglia prima che abbiano inizio la Corsa alla stella e la Corsa delle Pariglie.

  1. LE RACCOMANDAZIONI PER IL PUBBLICO

I controlli e il conteggio elettronico del pubblico nei punti di accesso ai percorsi possono comportare file e prolungamento dei tempi. Per questo motivo è necessario che il pubblico raggiunga i percorsi con ampio anticipo, evitando di portare con sé oggetti metallici, lattine, bottiglie di vetro e di plastica con tappo. Altra raccomandazione: parcheggiare lontano dall’area centrale della città, delimitata dai blocchi stradali con i new jersey. Gli esercizi commerciali e gli ambulanti dovranno rifornirsi per tempo perché l’accesso di furgoni e camion non sarà consentito. Si raccomanda anche il rispetto dell’ordinanza che vieta il sovraffollamento dei balconi stabilendo il limite di una persona ogni 80 centimetri.

  1. LA GIOSTRA

Ogni sforzo compiuto sulla sicurezza è stato pensato per assicurare lo spettacolo e il rispetto della tradizione. I due Componidoris, Christian Matzutzi e Ignazio Lombardi, alla testa di 111 cavalieri saranno gli assoluti protagonisti in via Duomo per la Corsa alla Stella e in via Mazzini per la Corsa delle Pariglie. La Fondazione Oristano, insieme al Comune di Oristano e ai Gremi di San Giuseppe e San Giovanni, stanno lavorando per ultimare i preparativi per offrire agli spettatori che ogni anno affollano la città tante iniziative capaci di arricchire la manifestazione rendendo ancora più piacevole visitare Oristano.

  1. VESTIZIONE

Domenica, per la vestizione del Componidori di San Giovani, Ignazio Lombardi, il Gremio dei Contadini ha confermato la tradizionale sede del Gremio in via Aristana. Martedì, per la vestizione del Componidori di San Giuseppe, Cristian Matzutzi, il Gremio ha scelto la piazza delle ex case minime.

  1. VILLAGGIO SARTIGLIA

Il Villaggio Sartiglia apre le porte sabato 22 febbraio sino a martedì 25 febbraio tutti i giorni dalle 10 alle 22. Un’ampia area nel centro storico è interamente dedicata all’offerta turistica e commerciale della Sartiglia. Un percorso caratterizzato da una ricca offerta enogastronomica e agroalimentare, street food, degustazioni, spettacoli, laboratori e merchandising di prodotti a marchio Sartiglia. Saranno presenti anche: Il Gruppo medievale “Funtana Onnis” di Guasila, “Balestrieri Castel Castrum” di Cagliari, “Le Fruste del Campidano” di Monserrato. I gruppi sfileranno e Le Fruste del Campidano si esibiranno sia al Villaggio che in centro città.

  1. CENTRO DI DOCUMENTAZIONE SULLA SARTIGLIA

Inaugurato nel 2019, il Centro di documentazione e studio sulla Sartiglia accoglierà i turisti nella sede di via Eleonora che, oltre all’esposizione dedicata alla giostra ospita, anche la biglietteria e l’Info point. Le storie della Sartiglia di Oristano sono raccontate in un percorso esperienziale che, prendendo spunto dall’architettura dei locali, passa in rassegna i protagonisti, le fasi e i documenti sulla giostra. La possibilità di consultare attraverso una postazione multimediale la documentazione d’archivio consente di conoscere da vicino i gremi, mostrandone la storia, le attività e il ruolo. Non mancano i riferimenti alle giostre del Mediterraneo e in particolare all’Ensortilla minorchina e all’Alka di Sinj.

Orari di apertura dal lunedì al venerdì 9-13/16-19. Da sabato 22 febbraio a martedì 25 febbraio orario continuato 9-19.

  1. COMMERCIO

Un’ampia area del centro città è dedicata alle attività di commercio ambulante. Appositi percorsi sono stati creati per favorire la mobilità dei turisti dai percorsi teatro della giostra sino al Villaggio Sartiglia: piazza Roma, via Serneste, prolungamento via Garibaldi, via Diego Contini, via Tharros, via Cagliari, piazza Mariano, piazza Manno, piazza Corrias, piazza Martini e via Lamarmora.

  1. LA SARTIGLIA NEL MONDO

La Sartiglia è sempre più internazionale. Turisti sono in arrivo da Germania, Belgio, Francia, Grecia, Olanda, Spagna, Israele, Ungheria, Thailandia e Russia. Comitive numerose sono in arrivo dalla Campania e da diverse zone dell’isola. La finestra sul mondo sarà assicurata dalle dirette web e da quelle satellitari. Giornalisti, fotografi e cineoperatori oltre che da numerose zone d’Italia sono in arriva da Corea, Francia e Algeria.

  1. COMMISSIONE PERCORSI

Per tutelare tutti gli attori della Sartiglia, proseguendo l’impegno sul benessere animale e nel quadro del miglioramento continuo dei servizi offerti, i percorsi saranno allestiti con materiali e tecniche per renderli idonei allo svolgimento delle corse.

  1. GEMELLAGGIO CON L’ALKA DI SINJ

Si ripete il gemellaggio tra la Sartiglia e l’Alka che consolida il rapporto tra Oristano e Sinj, Anche quest’anno una delegazione croata sarà presente in città per assistere alla Sartiglia. Saranno presenti le delegazioni delle giostre all’anello che si corrono a Sulmona (Italia) e Zante (Grecia).

  1. COMUNICAZIONE E PROMOZIONE

La Sartiglia anche quest’anno sarà in diretta televisiva e via web grazie alla collaborazione con il TDP SRL – Ejatv, che con Videogum, Oxhide, Arionline, Produzioni Sardegna e Associazione Babel, curerà le riprese televisive e le dirette streaming. Le immagini saranno utilizzate per la diretta internet sul sito, per l’archivio multimediale e per le attività di promozione della Fondazione Oristano. La diretta televisiva sarà assicurata sul digitale terrestre da Sardegna UNO (canale 19), Sardegna DUE/EjaTV (canale 172) in lingua sarda, SuperTV Oristano (canale 605) e sul satellite da Viva l’Italia Channel (canale 879 di SKY) e tanti altri portali in rete Italia e nel mondo. La diretta in italiano, inglese e sardo sarà disponibile on line anche sul sito della Fondazione Oristano all’indirizzo www.sartiglia.info e sul sito di Ejatv www.ejatv.com con il commento di Tore Cubeddu, Tiziana Fanni, Andrea Lombardi, Roberto Toriggia per l’italiano, Maria Barca e Ottavio Nieddu per il sardo, Bettina Brovelli e Davide Camba per l’inglese.

Le dirette televisive e on line su numerosi siti consentiranno di soddisfare la domanda proveniente da oltre mare e dagli emigrati. La Fondazione ogni anno produce 18 ore di diretta televisiva (9 per ogni giornata) con oltre 600 mila accessi da tutto il mondo.

Il progetto di comunicazione quest’anno è integrato dal progetto “Sartiglia, emozione senza tempo”, finanziato dalla Programmazione unitaria 2014-2020 Strategia 2 ANDO IdentityLAB_2 – Annualità 2018. Il progetto, realizzato da TDP srl in collaborazione con la Fondazione Oristano, prevede la realizzazione – oltre alla diretta – di una web library, anche con l’ausilio di video VR (realizzati da Inoke srl) e di una webserie in 12 puntate prodotta in collaborazione con Areavisuale Film, Mommotty srl e il coordinamento del produttore Daniele Maggioni. La serie sarà firmata da undici giovani film maker sardi: Alessandro Fanari, Luca Manunza, Valentina Spanu, Emanuele Mallocci, Valentina Corona, Federica Ortu, Alessandra Tocco, Marta Ennas, Elisa Meloni, Giulia Camba ed Edoardo Matacena.

  1. SOCIAL MEDIA

Facebook, Twitter, You tube e Instagram anche quest’anno saranno utilizzati per accedere alle dirette e a tutte le informazioni utili sulla Sartiglia: protagonisti, storia, descrizione della manifestazione, gallerie fotografiche, indicazioni interattive per raggiungere i percorsi, tribune, sede della Fondazione, parcheggi, monumenti e punti di ristoro. Quest’anno l’hashtag ufficiale è #Sartiglia2020. La pagine ufficiale su Facebook è www.facebook.com/LaSartiglia/

  1. BENESSERE ANIMALE

La Fondazione conferma le attività per i controlli sull’idoneità e il benessere degli animali. Il Servizio Veterinario sarà impegnato in pista, con la horse ambulance, per l’assistenza medica ai cavalli.

  1. PARCHEGGI E SBARRAMENTI

Nel piano operativo predisposto dalla Polizia locale figurano 4601 posti auto per far fronte ai flussi veicolari in arrivo: Centro commerciale Porta Nuova 720, Centro commerciale via Dublino 260, Eurospin via zara 200, Eurospin via dei Muratori 32, via Lussu 300, Tribunale 130, parcheggio via Carducci 204, prolungamento viale Repubblica 300, viale Repubblica 73, via Campania 220, sterrato c/o Inps 300, palazzi finanziari 180, via Umbria 200, via Sardegna 55, via Lazio 90, via Lombardia 65, via Tirso 78, via Canepa 97, via Puccini 32, via Cimarosa 30,area via Cimarosa 56, via Bellini 55, via Solferino 62, via Manzoni 50, via Rockfeller 8, via Ibba 10, via Deledda 50, via Diaz 60, via Mariano IV 75, via Petri 73. I giorni 23, 24 e 25 febbraio è sospeso il servizio parcheggi a pagamento ad eccezione del parcheggio in struttura di via Carducci.

Sbarramenti con manufatti in cemento (25 chiusure per 53 new jersey) saranno posizionati in numerose vie per mettere in sicurezza il centro della città impedendo l’accesso ai veicoli a motore: via Cagliari/via Michele Pira, via Carducci/viale San Martino, via Foscolo/via Cagliari, via Cagliari/via San Francesco, via Cagliari/via Giovanni XXIII, via XX Settembre/via Diaz, via Cagliari/via Cavour, via Cagliari/via Tharros, via Tharros/via Caglari, via Grazia Deledda/via Tharros, via Tirso/via Satta/via Sardegna, via Verdi/via Puccini, via Figoli/via MarianoIV, via Figoli/via Mameli, piazza Mariano/via Masones, via Solferino/vico Solferino, via Solferino/via Don Bosco, via Othoca/via Sassari, via Gialeto/via Gramsci,via Palmas/via Ugone III,via Falliti, via Falliti/via Caprera, via S.Antioco/via Alghero, via Igleias/via Alghero, via Plams/via Lanusei. Altri sbarramenti saranno realizzati con transenne in vari punti della città.

  1. TRASPORTI PUBBLICI

Il servizio di trasporti pubblici subirà modifiche conseguenti alle chiusure al traffico di alcune strade. Il capolinea delle linee extraurbane viene provvisoriamente istituito nella via Diaz tra via Rockfeller e via d’Annunzio. La Stazione ARST della Via Cagliari rimarrà chiusa il 23,24 e 25 febbraio. Gli autobus privati potranno parcheggiare nell’area sterrata adiacente gli Uffici Finanziari e la Questura, nel prolungamento di via Lussu e nel prolungamento di viale Repubblica.

  1. VISITE GUIDATE

Per poter consentire a tutti di conoscere meglio i contenuti ed i retroscena storici e tradizionali legati alla città e alla Sartiglia, la Fondazione Oristano propone delle visite guidate.

Venerdì 21 febbraio visite guidate al percorso della Sartiglia e Museo Archeologico, storico artistico Antiquarium Arborense e Torre di Portixedda dalle 16 alle 17.30 circa.

Sabato 22 febbraio visite al percorso della Sartiglia /Museo Archeologico e Storico Artistico “Antiquarium Arborense” e Torre di Portixedda dalle 10 alle 11.30 e dalle 16 alle 17.30.

Domenica 23, lunedì 24 e martedì 25 febbraio Visite guidate al percorso della Sartiglia e Museo Archeologico e Storico Artistico “Antiquarium Arborense” e Torre di Portixedda dalle 9.30 alle 11 circa. Le visite guidate verranno effettuate per un minimo di 5 persone

  1. AMBIENTE

Saranno posizionati 100 nuovi cassonetti nel centro città, negli spazi commerciali temporanei chi servirà prodotti alimentari sarà dotato di bidoni appositi e saranno allestite numerose isole ecologiche: Piazza Manno, Piazza Cova, Piazza Giovanni Paolo II, Piazza Eleonora, Piazza Roma, Piazza Martini, Via Garibaldi, Vico Solferino (Portixedda), Piazza Mariano, Via Tharros, Via Contini. Saranno posizionati 55 bagni chimici, 4 fasciatoi e due batterie di servizi igienici in Piazza Eleonora, piazza Roma e piazza Cova.

  1. ANNULLO FILATELICO

Poste Italiane offrirà due annulli figurati speciali che saranno utilizzati nei due giorni della Sartiglia presso il Villaggio Sartiglia in piazza Davide Cova.

  1. GLI SPONSOR

La Sartiglia è realizzata con il contributo del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo Direzione Generale Spettacolo. L’Assessorato al turismo, artigianato e commercio della Regione Sardegna, la Fondazione di Sardegna e la Camera di Commercio sono tra i partner storici. Si consolida inoltre la partnership tra la Sartiglia e gli sponsor privati che scelgono il veicolo della storica giostra equestre per promuovere le proprie attività: Crai – Main sponsor, Ichnusa – Collaborate sponsor e Consorzio per la Tutela del Pecorino Romani – Supporter sponsor. In più, hanno scelto la Sartiglia: Banco di Sardegna, Old Wild West, Sardex.net, Pgmr Italia, Energit, Ivi Petrolifera.

  1. MANIFESTAZIONI COLLATERALI

Giovedì 20 febbraio, alle 15, la sfilata in maschera dei bambini delle ludoteche accompagnata dai mini tamburini e alle 16 la zippolata in Piazza Roma.

Sabato 22 febbraio, alle 15, alla vigilia della Sartiglia, la via Mazzini ospita la Sartillu a Moenti, mentre alle 18 in piazza Eleonora la sfilata medievale con gli sbandieratori di Asti e i tamburini.

Domenica 23 febbraio, la giornata si apre alle 10 in piazza Eleonora con il Bando della Sartiglia con l’esibizione degli sbandieratori di Asti, dei Tamburini e della sfilata Medioevale che precede alle 11 la vestizione di Eleonora. Alle 14 in via Dumo la Sartiglia dei Contadini, a seguire le Pariglie in via Mazzini e dalle 18 in piazza Roma uno spettacolo musicale presentato da Stefano Floris con Bebecita, Non solo Funky, Ottavio Quinto e Dj set M. Biancu & D. Spanu.

Lunedì 24 febbraio, in via Duomo, la Sartigliedda, preceduta alle 13 in piazza Roma dalla Vestizione di Su Componidoreddu. Alle 18, in piazza Roma, lo spettacolo musicale presentato da Stefano Floris con Celebrity, Nameless, Dj Set M. Franceschi & S. Crobu.

Martedì 25 febbraio, si inizia in piazza Eleonora alle 10 con il Bando della Sartiglia, alle 11 la vestizione di Eleonora d’Arborea. Alle 12,30 da via Solferino la partenza del Corteo Storico di Eleonora D’Arborea. Alle 14 in via Duomo la Sartiglia dei Falegnami e a seguire in via Mazzini la corsa delle Pariglie. Alle 18 in piazza Roma lo spettacolo musicale presentato da Floris con DJ Set Cristian Marchi, Vocalist Niko Mammato, Marilyn Monrock, Df S. Atzena- 90 Is Magic e Dj Set D. Sarais.

  1. EMOZIONI DI SARTIGLIA

Ritorna l’appuntamento con il Concorso Emozioni di Sartiglia che quest’anno è dedicato alla poesia. L’obiettivo principale del concorso è promuovere la Sartiglia e valorizzare il suo patrimonio storico e culturale. Le domande di partecipazione, unitamente alle opere, dovranno essere presentate entro il 30 aprile. Al vincitore sarà assegnato un premio di 500 euro, al secondo classificato di 300 e al terzo di 200 euro.

  1. CARTA PREPAGATA DEL BANCO DI SARDEGNA

Comune di Oristano, Fondazione Oristano e Banco di Sardegna, rinnovando il lungo rapporto di reciproca collaborazione, hanno voluto promuovere una carta prepagata dedicata all’evento che rappresenterà non solo la manifestazione ma l’intero Oristanese.

La carta prepagata Sa Sartiglia sarà promossa nello spazio dedicato al Banco di Sardegna nel Villaggio Sartiglia, oltre a essere disponibile nelle numerose filiali del Banco di Sardegna del territorio per tutto il 2020. Il Banco di Sardegna riconoscerà delle quote dalle commissioni a favore della Fondazione Oristano in base agli utilizzi delle carte da parte di ciascun titolare.

  1. BIGLIETTI

Con l’acquisto del biglietto per assistere alla Sartiglia si avrà diritto a uno sconto del 50% per l’ingresso all’Antiquarium Arborense e anche al Museo di Cabras, fino al 31.03.2020

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: