Ottocentomila italiani malati di cancro migrano per curarsi

0 0
Read Time:54 Second

L’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom) in un incontro con i giornalisti a Milano,  ha diffuso dati preoccupanti sul numero di cittadini che ogni  anno sono costretti a cambiare regione per curarsi. Le stime parlano di  quasi 800mila italiani colpiti dal cancro  che effettuano  il cosiddetto  viaggio  della speranza, soprattutto dal Sud verso il Nord. Più precisamente   dalla Campania partono 55mila persone, dalla Calabria 52mila, dalla Sicilia 33mila, dall’Abruzzo 12mila e dalla Sardegna 10mila. Questi viaggi hanno un valore economico annuo  pari a 2 miliardi di euro. Salta all’occhio ciò  che capita  in Calabria dove i dati mettono in risalto che  il 62% di malati con tumore del polmone e il 42% di coloro  con cancro del seno vanno fuori regione per sottoporsi all’intervento chirurgico di asportazione del tumore. Complessivamente, la migrazione sanitaria in Calabria raggiunge il 37 per cento, con 1.999 ospedalizzazioni nel 2012 fuori dai confini locali. Sono dati preoccupanti che, secondo l’Aiom, richiedono interventi urgenti a e una maggiore collaborazione  con le istituzioni per risolvere quanto prima una  situazione, che ha un impatto negativo sulla qualità  delle cure.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: