Parigi nel caos, scontri sugli Champs-Élysées

Parigi in stato di massima allerta per l’invasione dei “gilet gialli”. I manifestanti che protestano da giorni contro il caro carburante in tutta la Francia sono nella Capitale. Scontri e disordini sugli

Champs-Élysées: la polizia ha lanciato lacrimogeni contro i dimostranti che tentavano di marciare verso Place de la Concorde e verso l’Eliseo, mentre il luogo autorizzato per la manifestazione è solo Campo di Marte.

Alcuni gruppi hanno costruito barricate, utilizzando gli arredi delle terrazze dei caffè, pezzi di pavimentazione e barriere di cantiere. Barricate che poi sono state incendiate dai manifestanti, che hanno impedito ai camion di pompieri di avvicinarsi per spegnere le fiamme. La polizia, riferisce ‘Le Figaro’, ha poi cercato di distruggere le barricate travolgendole con un camion.

IDRANTI – Per fermare i manifestanti, inoltre, gli agenti hanno fatto ricorso anche agli idranti. Sempre secondo ‘Le Figaro’, “gruppi a rischio” erano stati segnalati fra i dimostranti. Intonando la Marsigliese, i gilet gialli hanno urlato slogan come ‘Macron dimettiti’ e ‘La Francia in collera’.

ARRESTI – I servizi di prefettura della polizia di Parigi hanno poi reso noto che sono state fermate 13 persone, la maggior parte delle quali sugli Champs-Elysées. Secondo l’emittente ‘Bfmv’, a Parigi saranno schierati almeno tremila tra poliziotti e gendarmi.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *