Parte da Cagliari il viaggio antropologico di ‘Panada on the road’

Dalle Isole Baleari approda a Cagliari, dove verrà presentato il prossimo mercoledì 4 dicembre alle ore 17:30 – nello Spazio Eventi al piano primo della MEM, Mediateca del Mediterraneo in via Mameli 164 – il saggio antropologico ‘Panada on the road’, viaggio antropologico alla ricerca delle origini del gioiello della dieta sardo mediterranea, di Veronica Matta.

La prima tappa sarda inizia nel Capoluogo isolano, fondamentale per la presenza de ‘sa panada’ nell’Età Aragonese della città, testimoniata dalle Ordinazioni dei Consiglieri del Castello di Cagliari nel sec. XIV. Successive tappe: Assemini, capitale de sa panada, Cuglieri e Oschiri e poi altre durante l’estate in occasione delle sagre ad essa dedicata.

‘Panada on the road’ è un viaggio antropologico alla ricerca delle origini del gioiello della dieta mediterranea sarda, ‘sa panada’, prezioso scrigno di sapori, conoscenza e cultura. Un’inchiesta sul campo, finanziata dall’associazione culturale Sa Mata, iniziata in Sardegna nel 2015 nell’antica città della ceramica, Assemini, proseguendo nei territori di Cuglieri e Oschiri e attraversando i confini sardi, attraverso il culto della Madonna della Panada sulle Isole Baleari, in Spagna.

Il saggio rivela le antiche origini de ‘sa panada’ che, molto più di un prodotto gastronomico, appare come un vero codice di comunicazione, che rivela molto delle società e comunità che l’hanno prodotto e che ancor’oggi lo producono.

Il libro è adornato con l’immagine sulla copertina dell’opera in ceramica creata dall’artista di fama internazionale Ignazia Tinti.
Oltre all’autrice, Veronica Matta, parteciperanno alla presentazione Paola Piroddi, assessore alla Cultura, Spettacolo e Verde pubblico del Comune di Cagliari ed il giornalista Gianni Filippini che ne ha curato la prefazione.

Durante la presentazione verrà proiettato lo straordinario documentario ‘La Panada sarda’, realizzato per la Rai dal regista Davide Mocci che sarà presente.
L’evento è organizzato in collaborazione con la MEM – Mediateca del Mediterraneo, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari e l’associazione culturale e di promozione sociale Sa Mata, l’albero delle idee.

Alberto Porcu Zanda

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: