Poste Italiane: presentato il nuovo piano strategico “2024 Sustain & Innovate”

Il Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane S.p.A., presieduto da Maria Bianca Farina, in data 18 marzo 2021 ha approvato il piano strategico quadriennale “2024 Sustain & Innovate”, ideato per crescere sulle solide basi del Piano Deliver22.

  • Dopo gli obiettivi raggiunti dal piano Deliver22, Poste Italiane presenta il nuovo piano strategico “2024 Sustain & Innovate”, che prosegue nel percorso di crescita sostenibile e profittevole.
  • Forte impegno nella creazione di valore: utile netto pari a € 1,6 miliardi nel 2024 (+33% rispetto al 2020).
  • Politica dei dividendi chiara e competitiva: dividendo per azione +35% nell’arco di piano.
  • Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione operatore logistico a 360 gradi, in utile nel 2025, con una maggiore incidenza dei ricavi da pacchi rispetto a quelli da corrispondenza.
  • Modello di Servizi Finanziari basato su Persone (formazione dedicata), Prodotti (migliore portafoglio di prodotti) e Piattaforma (profilazione dei clienti).
  • Costante crescita dei Servizi Assicurativi, con i prodotti Vita al centro del wealth management di Gruppo e crescita del Ramo Danni.
  • Pagamenti e Mobile a sostegno della piattaforma omnicanale di Gruppo, attraverso l’integrazione dei servizi di pagamento, servizi telco e offerta energia.
  • Poste Italiane sarà un’azienda a zero emissioni nette entro il 2030.

PRINCIPALI PUNTI STRATEGICI:

  • IL PIANO FA LEVA SUI TREND EMERGENTI IN TUTTE LE LINEE DI BUSINESS.
  • Target finanziari ed indicatori chiave di performance (KPI) raggiungibili, grazie alla crescita dei ricavi e alla rinnovata attenzione verso la performance operativa: ricavi in crescita del 3% (CAGR 2019-2024).
  • Politica dei dividendi migliorata e sostenibile, basata su una consistente generazione di cassa: dividendi per azione +14% nel 2021 e in crescita del 6% ogni anno nell’arco di piano.
  • Diventare il punto di accesso unico per tutte le esigenze quotidiane degli italiani e massimizzare il valore della nostra potente rete omnicanale.
  • Trasformazione da operatore incentrato sulla corrispondenza a primario player del mercato in crescita dei pacchi, leader nel segmento B2C.
  • Metà delle oltre 11 milioni di interazioni giornaliere con i clienti generate dai nuovi canali (digitale e reti terze), che rappresentano il 12% dei relativi ricavi (in crescita al 20% entro il 2024).
  • Promuovere la cultura dell’innovazione in azienda con la nuova divisione Digital Technology and Operations a supporto dell’accelerazione della digitalizzazione del Gruppo, dell’aggiornamento dell’architettura dei sistemi informativi e migrando verso il più grande cloud proprietario in Italia.
  • Modello di Servizi Finanziari basato su Persone (formazione dedicata), Prodotti (migliorato il portafoglio per rispondere alle crescenti esigenze dei clienti), e Piattaforma (profilazione dei clienti “data-driven”).
  • Confermare il ruolo di Poste a supporto della digitalizzazione dell’Italia, collegando il Paese nel nuovo mondo ibrido.
  • Contribuire ad una crescita responsabile, favorendo la transizione dell’Italia verso un’economia sostenibile a basse emissioni di anidride carbonica e l’integrità sociale, attraverso l’innovazione e la digitalizzazione.
  • Continui investimenti nella trasformazione e nell’innovazione del business, come fattori abilitanti della crescita futura.

PRINCIPALI DATI FINANZIARI DI GRUPPO:

·POLITICA DEI DIVIDENDI COMPETITIVA E SOSTENIBILE, LEGATA ALLA PERFORMANCE DI GRUPPO: DIVIDENDO PER AZIONE INIZIALE DI € 0,55 PER IL 2021 (PAYOUT RATIO DEL 60%1, +14% RISPETTO AL 2020), IN CRESCITA DEL 6% ANNUO (2019 – 2024).

·Ricavi di Gruppo in crescita a € 12,7 miliardi nel 2024, con un tasso annuo di crescita (CAGR) del 3% (2019 – 2024), grazie al contributo di tutti i segmenti di business.

·Risultato operativo in crescita a € 2,2 miliardi nel 2024, con un CAGR del 5% (2019 – 2024), trainato dall’efficienza operativa.

·Utile netto in crescita a € 1,6 miliardi nel 2024, con un CAGR del 6% (2019 – 2024).

·Attività finanziarie totali dei clienti in crescita a € 615 miliardi nel 2024 (2020: € 569 miliardi), supportate dall’evoluzione del mix di prodotti di investimento.

·Spesa per investimenti: livello record di € 3,1 miliardi, tra il 2021 e il 2024, a sostegno della trasformazione, con oltre il 60% degli investimenti aventi caratteristiche ESG.

·Posizione finanziaria netta stabile nel segmento Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione: da -€ 1,9 miliardi nel 2020 a -€ 1,8 miliardi nel 2024, con la generazione di cassa operativa a sostegno degli investimenti e della distribuzione dei dividendi.


Roma, 19 marzo 2021. Il Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane S.p.A. (“Poste Italiane” o “il Gruppo”), presieduto da Maria Bianca Farina, in data 18 marzo 2021 ha approvato il piano strategico quadriennale “2024 Sustain & Innovate”, ideato per crescere sulle solide basi del Piano Deliver22.
L’implementazione di successo del Piano Deliver22 è stata costruita intorno ai vantaggi competitivi storici del Gruppo, anticipando e indirizzando le aree di crescita con una visione strategica chiara e proattiva. Il Joint Delivery Model è stato un fattore chiave per consegnare 210 milioni di pacchi nel 2020, più del doppio dei volumi del 2016. Nel 2020 è stato, inoltre, raggiunto un livello record di Attività Finanziarie Totali (TFA) di € 569 miliardi, con raccolta netta negativa di risparmio postale ai livelli più bassi dal 2012.
 
Il piano “2024 Sustain & Innovate” continuerà ad offrire opportunità di crescita coordinate in tutti i nostri settori del business. Con l’esecuzione guidata dalla visione strategica di lungo termine, il Gruppo mira a:

  • confermare il ruolo di Poste Italiane come pilastro strategico per l’Italia. Poste Italiane continua a svolgere un ruolo fondamentale nel piano vaccinale;
  • conseguire una crescita responsabile e accompagnare il percorso di sostenibilità e di integrità sociale dell’Italia, con una strategia strutturata su 8 pilastri e pienamente allineata agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (UNSDG);
  • guidare l’accelerazione nell’adozione dei canali digitali e delle reti terze;
  • sviluppare la rete logistica lungo tutta la catena del valore, per cogliere il pieno potenziale di crescita derivante dal mercato dei pacchi. Entro il 2025, oltre il 50% dei ricavi nel settore Corrispondenza e Pacchi sarà generato dal business dei pacchi (20% nel 2017);
  • diversificare il portafoglio dei clienti attraverso prodotti di risparmio, di assicurazione e di investimento, attraverso una moderna architettura di piattaforma tecnologica, partendo dalla posizione di partner finanziario preferito, con un’organizzazione completamente “data driven” e un approccio distributivo pienamente omnicanale;
  • mantenere i pagamenti al centro e sviluppare in modo unico il business delle telco con l’intenzione di fornire ai clienti servizi a maggior valore aggiunto, tra quali l’offerta energia che partirà dall’inizio del 2022.

Il Piano “2024 Sustain & Innovate” ha obiettivi finanziari concreti e raggiungibili e indicatori chiave di performance (KPI) definiti in modo chiaro, compresi gli obiettivi previsti a metà piano.
Il risultato operativo migliorerà ulteriormente da € 1,5 miliardi a € 2,2 miliardi entro la fine del piano, supportato dalla crescita dei ricavi e dalla disciplina sui costi in tutti i segmenti di business. Gli obiettivi si basano su iniziative molteplici e diversificate, con un basso rischio di esecuzione.

Nel commentare i risultati, Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Poste Italiane, ha dichiarato:
“Con il nostro Piano “2024 Sustain & Innovate” (“24 SI”), siamo in grado di costruire e crescere sulle solide basi gettate dal Piano Deliver22, con obiettivi raggiungibili in tutte e quattro le nostre divisioni di business. I ricavi cresceranno costantemente per tutto l’arco di piano, con il risultato operativo e l’utile netto in aumento rispettivamente del 5% e del 6% (CAGR), generando una crescita incrementale dell’EBIT tra il 2019 e il 2024 pari a 0,4 miliardi di euro. Dopo un incremento del 14% nel 2021, il dividendo per azione beneficerà di una crescita annua del 6%. La trasformazione del segmento Corrispondenza e Pacchi è in piena implementazione, e sarà la prima volta che i pacchi avranno una incidenza sui ricavi più elevata rispetto alla corrispondenza, mentre diverremo un player logistico a 360 gradi con un business sostenibile. Nei servizi finanziari e assicurativi la priorità è diventare il principale punto di riferimento per tutte le esigenze dei clienti, dal risparmio alle assicurazioni e ai prestiti, grazie a servizi di consulenza data driven, attraverso tutti i canali di distribuzione di Poste Italiane. Sfrutteremo le competenze di cross-selling e up-selling nel segmento Pagamenti e Mobile, confermando la leadership nei pagamenti digitali, introducendo l’offerta di connessione a banda larga ed entrando nel 2022 nel mercato dell’energia, con un’offerta equa, competitiva e di semplice comprensione.
La nostra strategia di creare un’architettura basata su cloud, ha portato il Gruppo ad essere il più grande utilizzatore di servizi cloud in Italia.

Stiamo fornendo nuovi prodotti e servizi che aiuteranno i nostri clienti, le imprese, la Pubblica Amministrazione e il Paese negli anni a venire, con l’impegno di creare valore significativo per tutti gli stakeholder.
A conferma della rilevanza dei temi ambientali per la nostra strategia, Poste Italiane diventerà un’azienda a zero emissioni nette entro il 2030.
Le nostre persone si sono dimostrate essenziali per il nostro successo e continueremo ad investire su di loro.
Siamo orgogliosi del nostro ruolo chiave nel piano di vaccinazione nazionale, con circa 2 milioni di dosi di vaccino già consegnate, a sostegno dell’Esercito Italiano, grazie alla nostra piattaforma tecnologica nativa su cloud.
Il piano “24 SI” trasforma le sfide in opportunità grazie alla solidità e alla flessibilità del nostro approccio strategico al business. Confermeremo con un “SI” la nostra promessa di raggiungere i nostri obiettivi per il 2024. Poste Italiane è il più prezioso motore di innovazione e digitalizzazione del Paese, che collega fisicamente e digitalmente clienti, cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione.”
 
 

TARGET FINANZIARI DI GRUPPO PER IL 2024

  • RICAVI DI GRUPPO: € 12,7 MILIARDI (2020: € 10,5 MILIARDI), CON UNA CRESCITA ORGANICA ACCOMPAGNATA DA UN MIGLIORAMENTO DEL MIX DEI RICAVI.
  • Risultato operativo: € 2,2 miliardi (2020: € 1,5 miliardi), con un maggior contributo di tutti i segmenti.
  • Utile netto: € 1,6 miliardi (2020: € 1,2 miliardi), grazie alla razionalizzazione dei costi a livello di gruppo e alla crescita dei ricavi.
  • Politica dei dividendi: basata sul livello del 2021 di 0,55 euro per azione (+14% rispetto al 2020), con un aumento del 6% l’anno fino al 2024.

***

CORRISPONDENZA, PACCHI E DISTRIBUZIONE

Target finanziari per il 2024

  • Ricavi di segmento: € 3,9 miliardi (2020: € 3,2 miliardi) con maggiori ricavi da pacchi che compensano il calo della corrispondenza.
  • Ricavi da pacchi: € 1,8 miliardi (2020: € 1,16 miliardi) con una crescita sostenuta dalla continua leadership nel mercato B2C.
  • Ricavi per dipendente: in aumento da € 63.000 del 2020 a € 79.000 nel 2024.

 
Obiettivi operativi per il 2024

  • Quota di mercato B2C: 38% (2019: 35%).
  • Quota di mercato C2C: 57% (2019: 41%).
  • Approccio lean utilizzato nel 100% dei centri di smistamento.
  • Copertura della popolazione tramite Punto Poste (nel range di 1 km): 80% (2019: 40%).

 
Poste Italiane mira a diventare l’operatore logistico preferito, garantendo la sostenibilità economica e ambientale e la trasformazione del business da una gestione incentrata sulla corrispondenza ad una incentrata sui pacchi.
 
Il successo nell’introduzione del Joint Delivery Model faciliterà ulteriori iniziative di efficientamento tra cui la consegna contact-less e la riduzione del chilometraggio dei postini, sfruttando l’incremento della densità di consegna (c.d. “coincidence”), consentito dall’espansione della rete Punto Poste. L’integrazione di Nexive contribuirà alla creazione di sinergie di costo, in gran parte realizzate entro il 2022. L’evoluzione complessiva della rete che genererà un incremento della produttività, verrà sostenuta e supportata dall’attivazione del programma lean “World Class Mail and Parcel” lungo l’intera catena del valore.
Il completo ridisegno e rinnovo della flotta dei portalettere, con adeguamento del load factor alla crescita del business dei pacchi, consentirà una riduzione delle emissioni del 40%, abilitata dall’introduzione di veicoli ibridi e completamente elettrici. Entro il 2021, due città italiane saranno completamente servite da veicoli elettrici.
 

SERVIZI FINANZIARI

Target finanziari per il 2024

  • Ricavi lordi: € 5,9 miliardi (2020: € 5,61 miliardi) stabili, nonostante le ipotesi prudenti sul rendimento del portafoglio, e facendo leva su efficaci capacità distributive.
  • Risultato operativo (EBIT): € 0,7 miliardi (2020: € 0,87 miliardi), che riflette costi inter-settoriali più elevati, relativi al maggiore sforzo commerciale richiesto, in linea con la crescita del valore del nostro modello di advisory, con un ruolo più qualificato dei nostri consulenti finanziari, in risposta a esigenze dei clienti più complesse.

 
Obiettivi operativi per il 2024

  • Attività Finanziarie Totali (TFA): € 615 miliardi (2020: € 569 miliardi), con un miglior mix tra liquidità e prodotti di investimento.
  • Commissioni per cliente pari a € 290 nel 2024 (2020: € 243), a seguito di un aumento del ticket medio sul prodotto venduto e di un maggior valore per cliente.

 
Nei servizi finanziari, Poste Italiane risponderà in maniera efficace alle preferenze e ai comportamenti dei clienti in continuo cambiamento, sfruttando i punti di forza e gli asset distintivi del Gruppo con un approccio omnicanale incentrato sul cliente.
 
Nella wealth management, la crescita nei prossimi anni sarà determinata dalla diversificazione dei portafogli dei clienti e da un’ulteriore segmentazione, alimentata da nuovi prodotti per massimizzare il profilo rischio-rendimento, con un focus ESG.
 
I consulenti finanziari miglioreranno l’efficienza dei portafogli, supportati dalla profilazione dei clienti e dall’integrazione dei prodotti del Ramo Danni all’interno del modello di advisory.
 

SERVIZI ASSICURATIVI

Target finanziari per il 2024

  • Ricavi di segmento: € 2,7 miliardi (2020: € 1,64 miliardi) con una crescita solida in tutte le linee di prodotto e una maggiore diversificazione, grazie al comparto assicurativo Danni in rapido sviluppo, registrando un CAGR di segmento pari al 10% nel periodo 2019-2024.
  • EBIT: € 1,3 miliardi (2020: € 0,99 miliardi) in costante miglioramento grazie ai ricavi che più che compenseranno i maggiori costi intersettoriali, necessari a remunerare lo sforzo commerciale e le attività di consulenza rafforzate.

 
Obiettivi operativi per il 2024

  • Premi lordi Vita: € 26,5 miliardi (2020: € 16,7 miliardi) con un mix sostenibile ed efficiente in termini di capitale e un attraente profilo rischio-rendimento per gli investitori retail.
  • Premi Lordi Protezione: € 1,5 miliardi (2020: € 0,3 miliardi), facendo leva sul completamento dell’offerta assicurativa Danni, che comprende un modello di distribuzione smart per l’assicurazione RC auto, senza assumere rischio di sottoscrizione.
  • Mix di prodotti di investimento Vita: Multiramo più del 60% sui Premi Lordi del Ramo Vita (2020: 34%).

 
Nei Servizi Assicurativi, Poste Italiane rafforzerà la sua posizione di leader nel comparto assicurativo Vita, grazie ai suoi prodotti di investimento, posizionati in modo ideale per soddisfare la crescente domanda di investimenti a basso rischio e ridotta volatilità da parte degli investitori retail.
Il comparto Danni è pronto a soddisfare a 360 gradi la crescente domanda di protezione della salute e dei beni, attesa nello scenario post Covid-19. Grazie alla centrale operativa TPA2 in-house nel comparto assicurativo sanitario e alle capacità, già disponibili, di gestione completamente digitale dei sinistri, questa evoluzione si tradurrà in una crescita redditizia per il segmento.
Poste Italiane mira a colmare il divario di sottoassicurazione che attualmente contraddistingue gli Italiani rispetto alla maggior parte degli altri paesi europei, sfruttando l’integrazione di coperture Ramo Danni all’interno dei prodotti di investimento Vita.
 
Partendo da una forte posizione patrimoniale, si conferma l’ambizione manageriale di mantenere un Solvency II Ratio superiore al 200% nell’arco di piano, con l’impegno di ridurre entro il 2024 del 50% la sensibilità del coefficiente ai principali fattori di rischio.
 
 

PAGAMENTI E MOBILE

Target finanziari per il 2024

  • Ricavi di segmento: € 1,6 miliardi (2020: € 0,74 miliardi), con un notevole contributo da parte dei pagamenti e del nuovo business dell’energia.
  • EBITDA: € 0,4 miliardi (2020: € 0,28 miliardi), con un CAGR dell’8% nel periodo 2019-2024.
  • EBIT: € 0,4 miliardi (2020: € 0,26 miliardi), con un CAGR del 10% nel periodo 2019-2024.

 
Obiettivi operativi per il 2024

  • Portafoglio totale di carte di pagamento che raggiungerà 29,6 milioni di carte emesse.
  • Le transazioni totali con carte cresceranno con un CAGR del 14% nel periodo 2019-24 (transazioni e-commerce in crescita con un CAGR del 29% nel periodo 2019-24).
  • e-wallet digitali: 10,7 milioni (2020: 7,4 milioni).

 
Il segmento Pagamenti e Mobile incorpora pienamente un modello di servizio omnicanale, sfruttando gli asset della rete fisica del Gruppo, evolvendosi verso il mondo digitale e inglobando tutte le soluzioni offerte dai nuovi canali di Poste Italiane.
 
Il segmento ha l’opportunità di incrementare ulteriormente le attività di cross-selling e sarà cruciale nell’offrire ai clienti nuovi servizi di connessione tramite fibra in modalità FTTPe, dalla metà del 2022, la nuova offerta di servizi energetici, facendo leva su un approccio energy-fintech.
 

CAPITALE UMANO

Target per il 2024

  • Incidenza dei Costi ordinari del personale sui Ricavi: 43% (2020: 49%), a conferma dell’attenzione alla crescita del business
  • Incentivi all’esodo: € 0,1 miliardi (2020: € 0,43 miliardi).
  • Obiettivo di rinnovamento del 25% della forza lavoro rispetto al 2017.
  • Valore aggiunto / FTE: in crescita da € 64.000 nel 2020 a € 77.000 nel 2024.

PIANO DI INVESTIMENTI

Target finanziari per il 2024

  • Investimenti totali nel 2021-2024: € 3,1 miliardi (2017-2020: € 2,4 miliardi).
  • Incidenza degli Investimenti sui ricavi: circa 7% (2017-2020: 6%).
  • Mix degli Investimenti: 61% nell’Information Technology, 22% nell’Immobiliare, 17% in altro.

 
Il Piano “2024 Sustain & Innovate” sarà supportato da un idoneo programma di investimenti, guidando l’innovazione in tutte i segmenti di business, con € 3,1 miliardi nell’arco di piano, mantenendo stabile il rapporto tra investimenti e ricavi, grazie a una gestione aziendale efficiente e ad una strategia dei costi conservativa.
 

STRATEGIA DI REMUNERAZIONE

Poste Italiane ha introdotto un nuovo modello flessibile e innovativo di “Reward Platform”, con un approccio integrato che combina le strategie di Human Capital Development, di Environmental, Social & Governance (ESG) e di Financial Sustainability. Tra i principali obiettivi:
Financial Sustainability

  • il completo autofinanziamento dei sistemi incentivanti a breve e a medio-lungo termine;
  • l’allineamento tra gli interessi degli azionisti e il Management.

Environmental, Social & Governance (ESG)

  • il rafforzamento del peso degli obiettivi di performance non-financial;
  • il massimo livello di trasparenza sugli elementi remunerativi.

Human Capital Development

  • la valorizzazione delle persone;
  • la competitività di mercato della struttura remunerativa, in rispetto del principio di sobrietà.

BILANCIO SOLIDO ED EFFICIENTE

Poste Italiane manterrà un bilancio solido e una struttura del capitale efficiente per tutto il piano.
 
 

POSIZIONE FINANZIARIA NETTA STABILE A SUPPORTO DEL PAGAMENTO DI DIVIDENDI E DEL PIANO DI INVESTIMENTI

Poste Italiane aumenterà il patrimonio netto nell’arco di piano, sostenuto da una solida struttura del capitale di Gruppo.
I servizi assicurativi continueranno a godere di una solida posizione patrimoniale con un coefficiente di solvibilità (Solvency II) superiore al 200%, ben al di sopra dei requisiti normativi.
BancoPosta gode di una posizione patrimoniale solida, con un coefficiente CET 1 pari al 17% nel 2024, grazie al suo modello di business capital light, incentrato sulla distribuzione di prodotti per conto terzi, che non presenta alcun rischio di credito.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: