Quadrangolare ‘Città di Cagliari’, domani 15 settembre, la finalissima Khimki Mosca contro Armani Milano

Super basket con quattro squadre di grande rango, Dinamo Banco di Sardegna Sassari, Olimpia Armani Milano, Hapoel Gerusalemme, Khimki Mosca: un poker magistrale per la delizia degli spettatori di Cagliari.

Al PalaPirastu, ha preso il via oggi la nona edizione del quadrangolare di Basket ‘Città di Cagliari’, International Basketball tournament, appuntamento precampionato ormai classico, che negli ultimi due anni ha visto come vincitrice proprio la Dinamo Sassari.

Il programma prevede due giornate di gara: questa sera, si sono disputate le semifinali, domani sarà la volta della finale terzo e quarto posto ed a seguire la finalissima per incoronare la vincitrice di questa edizione. Il pubblico già oggi ha risposto numeroso, segno che Cagliari predilige solamente il basket d’eccellenza, e non anche quello di serie A2 che negli ultimi due campionati è stato di casa al palazzetto con la squadra cadetta della Dinamo, cui purtroppo i cagliaritani (sbagliando) non si sono mai affezionati, contribuendo al fallimento del progetto, oggi trasferito in un’altra città.

La prima partita di oggi ha visto opposte la Hapoel di Gerusalemme e quella moscovita della Khimki, con i russi che si sono rivelati fin dalle prime battute troppo forti, mantenendosi sempre in vantaggio per tutta la gara; non c’è stata sostanzialmente storia ed il risultato finale 94-60 la dice lunga sul come si sia svolto il match; per dovere di cronaca la squadra israeliana ha dimostrato vitalità giusto nel terzo quarto chiudendo il parziale con un 17-17 che si è rivelato inutile perchè il punteggio conclusivo parla di 34 punti di scarto.

Risultato finale: 94-60 per la Khimki Mosca; parziali: 32-14; 24-18; 17-17; 21-11.

KHIMKI MOSCA: A. Shved 14, J. Evans 14, J. Timma 13, A. Gill 9, D. Booker 8, S. Monia 8, I. Volkhin 8, J.Jerebko 7, D. Bertans 6, V. Zaytsev 5, T. Yakushin 2, Allenatore – Rimas Kurtinaitis
HAPOEL JERUSALEM: J. Feldeine 16, J. Brown 11, K. Mindaugas 7, I. Zalmanson 6, T. Lockett 4, S. Braimoh 2, I. Cousins 5, B. Timor 5, N. Levi 4. Allenatore – Oded Kattash.

La successiva attesissima partita, ha visto opposte le compagini italiane della Olimpia Milano e della Dinamo Sassari; questa seconda gara ha decisamente entusiasmato di più rispetto alla prima, non foss’altro perchè il risultato è stato fino all’ultimo abbastanza in forse; ha vinto l’Armani 60-73, con la squadra sarda che aveva iniziato la gara di gran carriera; i punti di scarto finali – saliti a tredici – sono il frutto delle ultimissime battute di gioco che è stato per tutta la gara sostanzialmente in equilibrio;

Certo l’Armani ha sprecato di meno ed è stata più precisa al tiro apparendo forse un po’ più avanti nella preparazione, ma alla Dinamo va riconosciuto il merito di aver mostrato delle giocate sopraffine e buone individualità.

Risultato finale: 73-60 per la Olimpia Milano; parziali:18-14; 13-19; 17-22.
DINAMO SASSARI : D. Pierre 13, M. Bilan 12, S. Gentile 12, J. Mclean 6, M. Spissu 5, D. Evans 4, M. Vitali 3, C. Jerrels 3, P. Sorokas 2. Allenatore – Pozzecco
OLIMPIA MILANO: S. Rodriguez 25, A. Cinciarini 13, S. Mack 12, R. Moraschini 9, X. Rey 5, K. Tarczewki 4, A. White 3, V. Micov 2. Allenatore – Messina.

(Foto di Mattia Porcu)

Alberto Porcu Zanda

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: