Quartu Sant’Elena – Approvato il Bilancio di Previsione 2020-2022

Il Consiglio Comunale di Quartu Sant’Elena, nell’ultima seduta dell’anno, ha approvato il Bilancio triennale di Previsione 2020-2022, strumento di programmazione e controllo dell’Ente.

Per il Bilancio di fine Consiliatura, l’Amministrazione ha scelto di mantenere i livelli dei servizi allestiti garantendo una pressione tributaria uguale a quella esistente. Come indicato nel D.U.P., infatti e come confermato dai numeri di questo Bilancio, l’offerta di servizi in essere nel 2019 proseguirà nel 2020 senza diminuzioni, né in termini qualitativi né quantitativi, con una continua ricerca di quei finanziamenti necessari al miglioramento della qualità della vita dei cittadini e a sostenere l’economia quartese.

Il Bilancio chiude con una previsione a pareggio tra entrate e spese complessivamente pari a oltre 128 milioni di euro nel 2020, a più di 107 milioni nel 2021 e a oltre 96 milioni nel 2022. La politica tariffaria non subirà variazioni rispetto agli anni precedenti; vengono infatti confermate le aliquote in vigore nel 2019 di IMU e TASI, delle tariffe della TARI e le aliquote e gli scaglioni dell’Addizionale Comunale all’IRPEF. La Giunta Comunale dal canto suo aveva confermato le tariffe dei servizi a domanda individuale (mense scolastiche, scuolabus, utilizzo palestre ecc.).

Vengono quindi mantenute tutte le agevolazioni e riduzioni previste dai regolamenti comunali per gli anziani, per i nuclei familiari in disagiate condizioni economiche, per le ONLUS, anche se riteniamo che tali agevolazioni debbano essere profondamente riviste ed aggiornate – commenta il Sindaco Stefano Delunas -. Abbiamo mantenuto anche le esenzioni per la mensa scolastica e per il trasporto scolastico a favore dei nuclei familiari in situazioni di deprivazione economica”.

Sul versante del recupero dell’evasione tributaria l’attività accertativa proseguirà con la consapevolezza che ci sono ancora forti criticità sul versante della partecipazione tributaria spontanea dei cittadini. Si tratta di un punto che ha caratterizzato l’intera Consiliatura, con oltre 60.000 avvisi di accertamento complessivi emessi in circa 4 anni di attività, per un totale complessivo di € 22.399.709. Di questi, l’Ente ha incassato oltre 7 milioni di euro, pari a poco più del 31%.

Sul versante del Piano Assunzionale sono state confermate le 20 assunzioni a tempo indeterminato programmate nel 2019, le cui procedure sono in corso, prima con la mobilità e successivamente, per i posti che non verranno coperti, mediante l’indizione di concorsi pubblici.

Per quanto riguarda gli investimenti, infine, particolare rilevanza hanno gli interventi lscol@, previsti sostanzialmente su tutti gli edifici scolastici cittadini, e gli interventi collegati al piano delle alienazioni immobiliari, quali la sistemazione del Mercato Civico, la riconversione a biblioteca del piano primo del medesimo mercato, la sistemazione di strade e marciapiedi, la realizzazione di impianti di vigilanza degli edifici comunali e la manutenzione del reticolo idrografico. Inoltre sono riprogrammati gli interventi collegati a specifici fondi regionali, quali quelli destinati all’eliminazione degli svincoli a raso della S.S. 554.

Alberto Porcu Zanda

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: