Rapina al Banco di Sardegna di Dolianova: due rinvii a giudizio

Cagliari. Sono comparsi  davanti al gup di Cagliari Lucia Perra, Luciano Corraine, 31 anni, di Galtellì e Sossio Reccia, 38 anni di Orgosolo che li ha rinviati a giudizio davanti ai giudici del collegio con l’inizio del dibattimento fissato per il prossimo 21 giugno. Per gli inquirenti sono loro gli autori della rapina al Banco di Sardegna di Dolianova del maggio del 2012 e per questo vanno processati per rapina e sequestro di persona. Corraine è difeso dall’avvocato Francesco Lai, mentre Reccia da Paolo Tuffu e Pietro Soddu, tutti del foro di Nuoro.
Sette anni fa a Dolianova il colpo messo a segno da un commando spavaldo e determinato fruttò circa 190 mila euro in contanti. Un assalto armi in pugno dove ai tre, che parevano specializzati in rapine (un complice Raimondo Lai è deceduto) andò tutto bene. A differenza di un’irruzione simile fatta appena un mese dopo a Muravera dove qualcosa andò storto e Corraine e Roccia furono arrestati dai carabinieri all’interno dell’istituto di credito. Infatti dopo l’arresto in flagranza per questa seconda rapina alcuni presenti invece nell’assalto di Dolianova avevano ritenuto di riconoscerli sulla base delle foto pubblicate dai giornali, malgrado nel Banco di Sardegna fossero entrati in parte travisati con sciarpe e parrucche.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *