Regionali. In Emilia Romagna avanti Bonaccini, disfatta 5 stelle, il centrodestra conquista la Calabria con Jole Santelli

Si torna al bipolarismo. Il risultato di questa tornata elettorale di inizio anno ci riporta all’eterna sfida tra centrodestra e centrosinistra.

La seconda proiezione del voto in Emilia Romagna diffusa dalla Rai dà Stefano Bonaccini sostenuto dal centrosinistra al 48,6%; Lucia Borgonzoni, sostenuta dall’alleanza di centrodestra, al 45,5 per cento; Simone Benini (M5S) al 4%; Laura Bergamini (partito comunista) allo 0,7%.

Il Calabria la situazione, con quasi 20 punti di distacco, pare già definita. La candidato Jole Santelli, sostenuta da tutto il centrodestra è al 50,9%. Pippo Callipo per il centrosinistra si ferma al 31,3%. Carlo Tansi (lista civica) registra il 10,6%; Francesco Aiello (M5S) è al 7,2%.: è quanto stima la seconda proiezione del voto in Calabria diffusa dalla Rai.

Il Movimento 5 Stelle, che agli ultimi appuntamenti non ha fatto altro che logorare consensi su consensi, ha perso ovunque. E lo ha fatto incassando un botto senza precedenti: in Emilia Romagna Simone Benini ha, infatti, incassato il 4%, mentre in Calabria Francesco Aiello è stato confinato al 7,5%.. Il centrodestra ha strappato un’altra Regione alla sinistra, la Calabria, che fino all’anno scorso era governata dal piddì Mario Oliverio finito indagato per abuso di ufficio in un’inchiesta della procura di Catanzaro

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: