Riforma enti locali. Edoardo  Tocco: “Vogliamo lo status di Cagliari Capitale della Sardegna”

<<Il riconoscimento dello status di Cagliari capitale è ormai un’esigenza per lo sviluppo della città. Avrebbe delle ricadute  positive in termini di crescita e per uno sviluppo economico diffuso, che possa tradursi in nuove opportunità dal punto di vista delle strutture sanitarie, dei progetti per la cultura. Ecco perché auspichiamo che all’interno della nuova geografia degli  enti locali sia riconosciuto il ruolo fondamentale del capoluogo>>. A sottolinearlo il presidente del consiglio comunale Edoardo Tocco, che rivendica un maggiore peso per l’assemblea civica di Cagliari: <<Penso che il consiglio si debba pronunciare sulla riforma degli enti locali, che avrà un impatto fondamentale sul processo amministrativo – spiega l’esponente di palazzo Bacaredda – Per questo contiamo che la commissione autonomia possa convocare presto la massima assemblea del capoluogo per un parere sul riordino delle autonomie>>.  Un riassetto degli enti locali che riparta dal ruolo guida del capoluogo, insomma: <<Occorre un forte impegno della politica regionale per il riconoscimento della rappresentanza della città, che è di fatto riconosciuta come capitale del Mediterraneo – aggiunge Tocco – ma che negli ultimi tempi attraversa un momento di declino>>. Il cambio di passo potrebbe tradursi, per il presidente del consiglio comunale, in nuove occasioni di progresso: <<Basti pensare al crepuscolo del porto canale, con l’amministrazione comunale tagliata fuori dalle decisioni sull’industria per eccellenza della città – puntualizza Tocco – Il nuovo ruolo per Cagliari avrebbe riflessi positivi anche per la risoluzione di queste vertenze. E’ una sfida legata anche a nuovi progetti che possano ridare il fiato al turismo, con la valorizzazione dei siti culturali e ambientali della città, a partire dall’anfiteatro>>. Uno stimolo che passa anche dallo sviluppo dei servizi nel capoluogo, soprattutto quelli legati alla sanità: <<Con il nuovo ruolo potremo assicurare alla città – conclude Tocco – investimenti importanti per migliorare le infrastrutture ospedaliere e garantire le cure ai sardi in poli riconosciuti all’avanguardia>>.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: