Ruba l’acqua. Proprietario di un agriturismo crea un ingegnoso sistema di tubature per cisterne da oltre 30 mila litri

0 0
Read Time:1 Minute, 5 Second

Acqua – La Compagnia della Guardia di Finanza di Nuoro, al termine di attività info-investigativa eseguita nei confronti di un agriturismo nell’agro di Aritzo (NU) ha scoperto, all’interno di
una botola interrata, il proprietario intento a rifornire illecitamente la propria struttura. L’uomo, originario della zona di Aritzo, è stato sorpreso dalle Fiamme Gialle nuoresi mentre applicava un allaccio abusivo che, attraverso un ingegnoso sistema di tubature, gli permetteva di rifornire quattro cisterne per un totale di oltre 30.000 litri. Le indagini della Compagnia della Guardia di Finanza di Nuoro, hanno permesso di appurare che con l’acqua rubata venivano irrigati diversi ettari di terreno e riempite le cisterne utilizzate nella struttura recettiva. Sono in corso accertamenti per quantificare quanti metri cubi sono stati sottratti. In un periodo storico connotato da siccità e restrizioni alla distribuzione del bene “acqua”, gli abusivi, oltre a determinare un danno per la collettività perché si traduce anche in una diminuzione delle risorse economiche da destinare alla manutenzione di impianti e condotte, costituiscono un grave danno al mercato concorrenziale in quanto ciò permette alle aziende sleali di diminuire i costi d’esercizio ed offrire prezzi più vantaggiosi.

All’esito dell’operazione, il responsabile è stato segnalato alla Procura della Repubblica di
Oristano per il reato di furto aggravato d’acqua.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: