Sabato 7 e domenica 8 dicembre in 80 piazze italiane: ‘Un panettone fatto per Bene’

Il prossimo sabato 7 e domenica 8 dicembre, Emergency sarà in 80 piazze italiane con ‘Un Panettone fatto per Bene’ realizzato in collaborazione con le Tre Marie, per i suoi 25 anni di attività.

L’acquisto del tradizionale dolce italiano del Natale, quest’anno si può trasformare in un gesto di pace e solidarietà per sostenere gli ospedali di Emergency in Afghanistan e Iraq.

Il panettone, del peso di un chilogrammo, ha un costo di 15 euro con i quali, sarà possibile sostenere le attività umanitarie dell’organizzazione.

Uvetta, profumate scorze di arance siciliane e pregiati cubetti di cedro Diamante insaporiscono l’antica ricetta del Panettone milanese; la lievitazione lenta, i tre impasti e il lievito madre gli conferiscono quella sofficità inconfondibile.

Il Panettone Emergency sarà in vendita anche dopo il weekend 7/8 dicembre negli Spazi Natale Emergency,  temporary shop aperti fino al 24 dicembre a Milano, Roma, Bari, Bologna, Brescia, Cagliari, Firenze, Genova, L’Aquila, Napoli, Padova, Perugia, Pisa, Torino e Trento. 

Sugli scaffali tantissime idee regalo provenienti da Afghanistan, Iraq, Cina, Ecuador, India, Indonesia, Marocco, Nepal, Pakistan, Perù, Senegal, Sri Lanka, Thailandia e diverse regioni d’Italia.

Come i bicchieri blu di Herat, Afghanistan, realizzati a mano da mastri vetrai che si tramandano il mestiere da generazioni: ogni pezzo diverso dall’altro ci restituisce il valore dell’artigianato locale. Oppure  i manufatti di Sulaimaniya, articoli di pelletteria irachena cuciti e lavorati dagli ex-pazienti del Centro di Riabilitazione Emergency di Sulaimaniya.

Ed ancora, i bracciali di alluminio riciclato da ordigni bellici del Laos e gli orsetti di Bamiyan tessuti e ricamati a mano, frutto di una tecnica tradizionale afgana, tutta femminile. Curiosando tra gli scaffali, si possono trovare tanti prodotti utili e sostenibili provenienti dall’economia carceraria o dalle filiere solidali – come biscotti, cioccolate, tisane, torroni, croccanti – o derivati dal riuso o riciclo, come le pochette ricavate dal riutilizzo e i gadget marchiati Emergency.

Tra questi la matita che fiorisce grazie a semi misti di erbe e fiori, la borraccia d’acciaio eco-friendly, il porta-pranzo fatto per metà in fibra di bambù e altro ancora. Come ormai da tradizione, non mancheranno gli oggetti realizzati grazie alla creatività delle volontarie Emergency del gruppo Handmade e tantissime idee regalo donate da circa 650 aziende italiane.

Negli Spazi Natale Emergency inoltre, sarà possibile anche andare a vedere i progetti in programma, grazie a visori speciali che offrono un’esperienza immersiva a 360° e visitare per immagini, gli ospedali in Afghanistan e Iraq, ai quali sarà destinato il ricavato della solidarietà ottenuta dalla vendita degli oggetti e dei panettoni.

Alberto Porcu Zanda

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: