Sanità, l’Ats replica al sindacato Fsi-Usae

Riguardo le dichiarazioni rilasciate dal sindacato Fsi-Usae, in merito all’operato del Direttore Generale Fulvio Moirano nei giorni precedenti le proprie dimissioni, l’ATS Sardegna precisa quanto segue:

Il dottor Fulvio Moirano si è dimesso dall’incarico di Direttore Generale dell’ATS Sardegna in data 30 giugno 2019, in accordo con il presidente della Regione Sardegna, per consentire alla Giunta Regionale di poter esercitare il proprio mandato, in ambito sanitario, con la massima libertà e scevra da ogni vincolo di natura giuridica legata al precedente contratto;

Con riferimento alle strutture complesse: si precisa nuovamente che non si è trattato di assegnazione di incarichi di struttura complessa ma esclusivamente di procedure di ricollocazione di professionisti già titolari di pari incarico, come da obblighi di CCNL;

Con riferimento alle funzioni amministrative e tecniche: il numero è nettamente inferiore rispetto a quello dichiarato dal sindacato Fsi-Usae e, in ogni caso, si tratta di posizioni sulle quali il dottor Fulvio Moirano non ha esercitato alcuna discrezionalità. Tutte le selezioni sono state compiute, così come previsto dalla normativa di riferimento e nel rispetto del principio della trasparenza, da apposite commissioni formate dai responsabili delle strutture complesse, sulla base delle precise previsioni del CCNL e dei regolamenti in materia;

Con riferimento alle funzioni sanitarie: la Direzione Aziendale ha bandito (perché al contrario di quanto afferma il sindacato, non c’è stata alcuna assegnazione da parte del direttore generale) le posizioni nel rispetto della normativa vigente (la mancata definizione di queste procedure avrebbe comportato conseguenze pregiudizievoli anche per gli attuali titolari) e tali procedure si concluderanno sotto la vigilanza della Direzione Aziendale di prossima nomina.

Con spirito di collaborazione e per correttezza istituzionale, già nel mese di aprile la Direzione Generale aveva informato l’Amministrazione Regionale delle procedure in corso e di quelle da mettere in atto.

Fatte queste premesse, l’ATS Sardegna puntualizza che le procedure appena descritte rappresentano atti di natura tecnica e gestionale, che nulla hanno a che vedere con scelte di natura politica: l’inosservanza di questo principio comporterebbe una violazione delle regole che disciplinano la Pubblica Amministrazione.

«Nel corso del proprio mandato il dottor Fulvio Moirano ha sempre agito nel rispetto della normativa e in ossequio ai principi della trasparenza e della meritocrazia – commenta il direttore generale facente funzioni dell’ATS Sardegna, Stefano Lorusso. Anche la scelta di presentare le proprie dimissioni nelle settimane immediatamente successive all’insediamento della nuova Giunta Regionale, rappresenta un atto di indipendenza e terzietà nella gestione di un’Amministrazione Pubblica, un gesto tanto nobile quanto raro».

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *