Sanità: sondino per bimba in ritardo, protesta a Cagliari

0 0
Read Time:1 Minute, 15 Second

Un sondino che arriva in ritardo per le cure di una bambina, con la piccola paziente costretta a un intervento chirurgico.

È la denuncia dell’Usb che questa mattina a Cagliari ha protestato con bandiere e striscioni davanti all’Assessorato regionale della Sanità.

“Una bimba di 14 mesi – spiega Salvatore Drago in rappresentanza della sigla sindacale – affetta da malattia genetica rara ha bisogno per la sua alimentazione di un sondino. Sondino che viene distribuito presso la farmacia territoriale. È dal mese di marzo di quest’anno che la bambina attendeva questo sondino”.
    Risultato? “il sondino – continua Drago – è arrivato ben sette mesi più tardi. Le complicanze dovute alla mancanza anche di un semplice sondino hanno portato la bambina ad essere ricoverata d’urgenza e sottoposta ad una delicatissima operazione chirurgica dal costo ben superiore a quello del sondino. Ma la cosa più importante e deleteria di tutta la faccenda è che, a detta dell’equipe medica, ha messo in grave pericolo la vita stessa della bambina”.
    Appello all’assessore della Sanità, Mario Nieddu: “Osereste voi mettere a rischio la vita di una bambina per risparmiare 300 o al massimo 500 euro (costo del sondino)?”. E ancora: “L’ospedalizzazione ora – continua Drago – non costa più del sondino?”.
    Tra i temi della protesta anche la gestione delle farmacie delle Aziende Sanitarie Locali. “Reclamiamo il diritto alle cure e agli ausili in tempo debito dei quali tutte le persone hanno bisogno e diritto di ricevere e per una Sanità Pubblica efficace, efficiente ed universale”, conclude l’Usb. (Ansa.it)

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: