Sardegna. Alluvione, altri 3 milioni e 300mila euro per il ristoro dei danni alle produzioni

0 0
Read Time:1 Minute, 12 Second

Cagliari. La Giunta regionale ha stanziato altri 3 milioni e 300mila euro per le aziende agricole danneggiate dall’alluvione del novembre del 2020 in Sardegna, ulteriori risorse che vanno a integrarsi ai 10 milioni di euro già stanziati con la legge regionale 30/2020 e già trasferiti all’agenzia Laore. Nel corso dell’ultima seduta, con una delibera proposta dall’assessore dell’Agricoltura, Gabriella Murgia, sono stati approvati i ristori dei danni alle produzioni e un’integrazione alla precedente delimitazione delle aree interessate dall’evento, in particolare il Nuorese e soprattutto Bitti, l’Ogliastra, le Baronie e il Medio e Alto Campidano.

“Non ci siamo dimenticati di questo evento devastante che ha colpito le nostre comunità causando lutti e gravi distruzioni”, commenta il presidente della Regione, Christian Solinas, “Queste nuove importanti risorse si aggiungono a quelle messe in campo nell’immediatezza dell’alluvione e nei mesi successivi, e sono un aiuto concreto e un grande segno di attenzione e rispetto per tutti i nostri agricoltori e allevatori che hanno perso gran parte delle loro risorse vedendo messa a rischio la loro attività”.

“Con l’integrazione alla delimitazione territoriale – sottolinea l’assessore Murgia – e con alcuni adeguamenti necessari per il rispetto delle normative comunitarie ora possiamo programmare nuovi interventi a favore delle aziende agricole colpite da un evento alluvionale di eccezionale intensità, che ha provocato danni alle produzioni, con conseguente compromissione del reddito e del capitale fondiario”.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: