Serata carica di emozioni alla Sartill’e canna, il carnevale dei bambini unico al mondo che da decenni si tiene la penultima domenica di carnevale nello storico quartiere de Su Brugu.

Gli iscritti alla corsa alla stella sono stati 468 ed al galoppo, su cavallini di canna, hanno cercato con una spadina, di canna, di infilzare la stella appesa ad un nastro di seta rosso, in una pista individuata nella via Sassari. Le prime esibizioni non hanno dato grosse soddisfazioni, ma nel proseguimento della manifestazione, sono cresciute le presenze e l’entusiasmo, così a conclusione della festa giocosa, dopo oltre 3 ore di galoppate straordinarie, si sono contate 98 stelle centrate dai 171 concorrenti della città di Oristano. Altre 60 dai 161 concorrenti provenienti dal territorio della provincia di Oristano ed ulteriori 7, da quelli che risiedono nella penisola.

Il componidoreddu Brian Fogheri (8 anni) ha mancato il bersaglio sia con la spada di canna, sia con lo stocco di legno, identico è stato il risultato per su segundu Sofia Corronca, mentre su terzu Angelica Pittau ha centrato il bersaglio con lo stocco, osannata dai mini tamburini e mini trombettieri della Pro Loco di Oristano diretti da Gianni e Pinuccio Utzeri, e dal numeroso pubblico, che all’imbrunire riempiva ancora la Piazza Sant’Efisio. Soddisfazione per l’esito della manifestazione è stato espressa dal parroco monsignor Gianfranco Murru e dal presidente dell’associazione Giancarlo Mureddu, assieme al pittore Federico Fadda, autore del quadro utilizzato per pubblicizzare la manifestazione.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: