Sassari. Agenti liberi dal servizio soccorrono donna in stato confusionale, provvidenziali i tempestivi soccorsi

Sassari. Due Agenti della Polizia Penitenziaria liberi dal servizio, notano una donna in apparente stato confusionale e un bambino piccolo vicino a lei che piangeva senza sosta. Gli Agenti hanno immediatamente richiesto l’intervento di un ambulanza che ha soccorso sia la donna che il bambino trasportandoli in ospedale dove attualmente sono ricoverati. Grazie all’intuito e alla tempestività dei poliziotti è stato scongiurato il peggio, entrambe sono ricoverati ma fuori pericolo.

A renderlo noto è il Vice segretario regionale della UIL PA Polizia Penitenziaria della Sardegna Salvatore LUCCIA che dichiara: “L’intervento del personale di Polizia Penitenziaria è stato immediato quanto provvidenziale, gli Agenti intervenuti hanno dimostrato una grande capacità di intervento, dopo aver notato che la Donna era in stato confusionale e non riusciva ad esprimersi, hanno capito che aveva un malore che poteva costarle conseguenze gravi. Siamo davvero felici di poter raccontare una storia andata a lieto fine, grazie all’intervento dei nostri Poliziotti.

Purtroppo la portata di tali gesti è indirettamente proporzionale all’attenzione che i vertici dell’Amministrazione dimostrano per gli Agenti dell’Istituto sassarese ancora privi di un Direttore e di un comandante titolari, malgrado questo, dimostrano in ogni occasione di essere sempre capaci e professionali. Auspichiamo che il Dipartimento sappia riconoscere l’intervento degli Agenti e possa compiacersi così come meritano. Al personale intervenuto va il plauso sincero e la grande riconoscenza della UIL.”

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *