Scuola, presentato a Elmas il Corso di Cultura Aeronautica

Principi di base nella condotta del velivolo, procedure di sicurezza e una concreta esperienza di volo affiancati da ufficiali piloti. Sono questi i principi cardine del Corso di Cultura Aeronautica voluto dall’ Aeronautica Militare per gli studenti degli istituti superiori italiani.

Se è opportuno menzionare il supporto del Ministero dell’Istruzione (rappresentato dal Direttore Scolastico Luca Cancellieri), è fondamentale riconoscere il lavoro svolto dal 60^Stormo di Guidonia nel trasmettere passione, professionalità e simpatia. Nell’incontro di oggi, moderato dal Pilota Capitano Marco Bagnato, autorità e stampa locale si sono mischiate ai tanti studenti coinvolti nell’iniziativa.

Prima di vivere l’esperienza di volo sui quattro SIAT 208 Marchetti, al colonnello Frare, comandante del 60^ Stormo l’onere di apre la giornata: “ Questo corso è una opportunità per conoscere un mondo non molto noto. E’ un mondo formato sulla professionalità, sulla dedizione, sullo spirito di sacrifico e sulla spirito di esempio. Sono tutti gli ingredienti indispensabili per il vostro futuro. In bocca al lupo”.

La Prefetta Romilda Tafuri, è molto contenta: “Mi complimento per questa bellissima iniziativa, Cagliari deve essere orgogliosa di ospitare questa manifestazione, un luogo altamente significativo per rinsaldare il legame fra la gloriosa storia della vostra forza e Cagliari attraverso gli studenti. Il desiderio di volare – prosegue -contraddistingue l’uomo sin dall’antichità, cosa significa? Vuol dire superare i propri limiti. “

Il Sindaco della Città Metropolitana Massimo Zedda, aggiunge: “Sono più di una decina gli istituti della Citta’ Metropolitana coinvolti. L’Aeronautica ha un certo fascino professionale e ai ragazzi dico perché no? Un primo approccio potrebbe essere il segnale di una vita futura.”

Il film “Top Gun” ha raccontato le gesta dei piloti della Marina americana ma Marco Di Giugno, Direttore Enac Sardegna, riparte dall’aviazione civile: “ Ho raccontato la nostra attività ai ragazzi e spero che questo evento non finisca qui. Spero che questi ragazzi possano coltivare la loro passione attraverso le istituzioni e possano conseguire i brevetti qui a Cagliari.”

Alberto Scanu, Ad Sogaer, prima di assumere il ruolo di co-pilota sul velivolo del Capitano Bagnato, plaude all’iniziativa: “Quando l’Aeronautica ci ha proposto questo corso, abbiamo accettato senza aspettare la fine. Questo corso è uno stimolo per una occupazione futura per i ragazzi, ci avvicina ai ragazzi delle Forze Armate e valorizza il fondamentale ruolo dell’aeroporto di Decimomannu.

Il generale Russo, comandante del Poligono Interforze di Perdasdefogu, rivolgendosi ai ragazzi, dice: “ Ci sono tanti aspetti del mondo aeronautico, dal pilotaggio all’ingegneria, dai medici ai commissari. E’ un mondo molto bello e spero decidiate di far parte dell’Aeronautica. Spero che ci siano solo cieli azzurri da solcare.”

Intanto il colonnello De Angelis, numero uno della base di Decimomannu, invita tutti per la festa del 4 novembre: “ Venite a trovarci, Daremo risposte alle vostre domande, alle vostre curiosità”.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *