architetti sardi

PNRR. Architetti sardi: «burocrazia e vecchi metodi mettono a rischio i fondi per la Sardegna»

«Il rischio di dover restituire i fondi messi a disposizione dalla comunità europea per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, o di spenderli malamente, è tanto reale quanto inaccettabile». Con questa affermazione Teresa De Montis, presidente della Federazione che riunisce tutti gli Ordini provinciali degli Architetti PPC della Sardegna, lancia l’allarme

Allarme degli architetti sardi: l’UE scommette su trasformazioni qualitative del territorio, ma il PNRR dimentica di coinvolgere paesaggisti e pianificatori

Circola in queste ore una bozza di DPCM che ha fatto allarmare come mai prima paesaggisti e pianificatori sia come professionisti che come cittadini. Il documento stanzia un contributo di 320,3 milioni di euro a valere sul Fondo di rotazione per l’attuazione del Next Generation EU-Italia per il conferimento di incarichi di collaborazione

Modifica art. 9 della Costituzione:_la soddisfazione degli architetti sardi per l’inserimento della tutela ambientale

Gli architetti della Sardegna esprimono grande soddisfazione per l’approvazione in Senato della proposta che introduce, all’articolo 9 della Costituzione, la tutela dell’ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi, anche nell’interesse delle future generazioni. «Questa modifica va nella giusta direzione, quella della salvaguardia del nostro paesaggio e rafforza ulteriormente un principio per il

Covid e piano casa – le perplessità degli architetti sardi

Con riferimento ai lavori della Commissione Urbanistica sul D.L. 108 “Disposizioni per il riuso, la riqualificazione ed il recupero del patrimonio edilizio esistente ed altre disposizioni in materia di governo del territorio”, gli architetti sardi esprimono preoccupazione, in particolare con riferimento ad alcune dichiarazioni sulla stampa di esponenti di maggioranza in