filippo spanu

Migranti, l’accoglienza secondo Ats e Regione

“Siamo impegnati su più fronti per dare corso ai principi sanciti dalla nostra Costituzione e dalle norme del diritto internazionale per garantire accoglienza a tutti coloro che ne hanno diritto e, contemporaneamente, opportunità di crescita per le nostre comunità”. Così l’assessore degli Affari Generali con delega ai flussi migratori Filippo Spanu nel

“E’un rischio per l’attività degli Sprar”,l’assessore Spanu critica il Decreto Sicurezza

“ Un duro colpo al sistema dell’integrazione. Il decreto Sicurezza varato dal Governo mette a rischio l’attività degli Sprar attivi in Sardegna e si ripercuote pesantemente su una rete di accoglienza equilibrata e diffusa nel territorio su cui tanto in questi anni si è lavorato. Siamo molto preoccupati per la

Migranti, due iniziative della Giunta regionale per favorire l’integrazione

“Tutela della salute dei richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale in condizione di vulnerabilità” e “IMPACT” per favorire l’inserimento dei migranti nella scuola, nella formazione specialistica e nel lavoro”.Con queste due iniziative, la Giunta regionale, su proposta dell’assessore degli Affari Generali Filippo Spanu, si propone di aiutare l’integrazione dei richiedenti

Senegal/Sardegna, artigianato in mostra a Mogoro

Senegal/Sardegna Creazioni originali di artigiani impegnati nei campi della ceramica, della tessitura, dell’arte orafa, del legno, dei metalli, dei tessuti, della coltelleria, del ricamo, della pelletteria e della cestineria. Ma anche uno spazio dedicato alla produzione artigianale senegalese proveniente dal territorio di Pikine. Sono questi gli elementi che caratterizzano la

Regione Sardegna, novità per il personale e riorganizzato il trasporto materno e neonatale in emergenza

La Giunta, su proposta dell’assessore del Personale Filippo Spanu, ha approvato lo stralcio della parte normativa del contratto collettivo regionale di lavoro dei dirigenti del comparto dell’amministrazione, degli enti e delle agenzie regionali.Nel documento viene prevista l’introduzione nel sistema di valutazione di un nuovo criterio: i giudizi verranno infatti espressi