Tocco (FI). Il festival dei tagli al Paolo Merlo di La Maddalena

Tagli – Il presidio ospedaliero Paolo Merlo a La Maddalena è uno dei punti di riferimento per i cittadini dell’arcipelago, ma con il taglio dei servizi che incide negativamente sulla qualità dell’offerta sanitaria. Non solo la totale assenza di un punto nascita, con disagi e rischi per le future mamme, ma anche la riduzione di servizi che impoverisce una struttura indispensabile per il territorio. Il motivo è riassunto dalle parole del vicepresidente della commissione sanità Edoardo Tocco (FI): <<Il riordino della rete ospedaliera ha decretato il depotenziamento dei piccoli ospedali – spiega l’esponente degli azzurri, che più volte ha visitato il complesso ospedaliero – Abbiamo auspicato a più riprese la salvaguardia di un sostegno per le donne con un reparto di ginecologia. Nulla è stato fatto. E’ un dramma, perché anche la divisione di oncologia è aperta ufficialmente senza l’erogazione di terapie, ma solo con il prelievo propedeutico ai trattamenti>>. Tantissimi i malumori per la soppressione di alcuni servizi indispensabili nell’Isola: <<Si pensi alla mancanza di un reparto di chirurgia. La dialisi che opera sino alle 14, senza la reperibilità degli operatori – conclude Tocco – Una situazione sempre più critica che richiede l’esigenza di un nuovo sopralluogo all’ospedale Merlo, per comprendere le modifiche da adottare alla riforma della rete sanitaria>>.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *