Trenino verde. Chicco Porcu in Commissione: “Occorre un piano strategico pluriennale”

La commissione Trasporti, presieduta da Antonio Solinas (Pd) ha ascoltato l’amministratore unico dell’Arst Chicco Porcu sulle problematiche del “Trenino Verde”. Nella sua relazione Porcu ha messo l’accento sul fatto che per l’Arst la gestione delle linee turistiche (437 Km divise in 4 tratte principali, le più estese d’Italia e fra le più grandi d’Europa) è una sorta di sistema parallelo che l’azienda assicura per scelta coprendo con risorse proprie costi di circa 400.000 euro l’anno di cui appena il 25% proviene dalla vendita dei biglietti. Si tratta comunque, ha sottolineato, “di linee che hanno un potenziale mercato turistico enorme che la Sardegna ha sfruttato solo in minima parte: basti pensare che in Europa questo mercato attrae circa 20 milioni di viaggiatori e in termini di ricavi vale 500 milioni di euro”.

Per valorizzazione queste potenzialità, ha aggiunto Porcu, “occorre quindi un piano strategico pluriennale guidato da una cabina di regia regionale che coinvolga tutto il sistema pubblico anche perché la recente legge quadro nazionale, la n.128 del 2017, ha introdotto nuovi standard di sicurezza che rendono obbligatori, per esempio, l’illuminazione delle 44 gallerie del tracciato, il presidio con casellanti o impianti tecnologici di 240 passaggi a livello, e un equipaggio di 9 unità (5 a bordo e 4 a terra) per ciascuna linea.”

A brave, ha poi annunciato, “presenteremo a Mandas il nuovo calendario della stagione 2018 e cercheremo il sostegno concreto, che potrà essere anche minino, di tutti i soggetti interessati, iniziando a costruire un progetto di rilancio nel quale abbiamo sempre creduto, così come hanno mostrato di crederci sia il Consiglio regionale che il presidente della Giunta; bisogna però superare la fese degli interventi settoriali e mettere in piedi una programmazione solida che dia certezze a chi investe e rappresenti un elemento forte dell’offerta turistica regionale”.

Nel dibattito hanno preso la parola i consiglieri regionali Paolo Dessì (misto), Eugenio Lai (Art.1-Mdp), Valerio Meloni ed Alessandro Collu, del Pd.

Nelle conclusioni il presidente della commissione Antonio Solinas ha ribadito l’impegno, in collaborazione con la quinta commissione competente in materia di turismo, ad individuare altre risorse per il Trenino Verde, aggiuntive rispetto allo stanziamento di 5 milioni nel triennio che il Consiglio ha inserito nella legge di stabilità 2017.

(Af)

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *