Turismo alternativo. Consorzio Due Giare: finanziato un progetto di 200 mila euro

0 0
Read Time:3 Minute, 35 Second

Al Consorzio turistico finanziato da Argea un progetto di 200 mila euro
La Marmilla delle “Due Giare” diventerà terra di camper e cicloturismo
Il presidente Zedda: <Vogliamo creare un sistema turistico alternativo>

In Marmilla turismo lento e a contatto con il territorio, lontano dal caos della città e alla scoperta di un ambiente incontaminato, di un grande patrimonio archeologico e di centri storici, tradizioni, artigianato e gastronomia. Come? Con l’adeguamento di nove aree di sosta per i camper e la creazione di quattro nuove, ma anche il miglioramento della cartellonistica, della sentieristica e della rete wi-fi. La mission del Consorzio “Turistico Due Giare” cerca ora di intercettare in maniera ancora più decisa il turismo camperistico e di attrarre nella zona chi ama scoprire le zone interne in sella a una bici o a un cavallo.

Proprio il Consorzio ha ricevuto un finanziamento di 200 mila euro dall’agenzia regionale Argea per completare il sistema “Myland”, nato nei comuni delle Due Giare per favorire lo sviluppo del cicloturismo. Un sistema fatto di aree sosta per i camper, sentieri attrezzati, cartelloniste e altri servizi interattivi. <Un sistema, che appunto, intendiamo potenziare, completare e finalmente far decollare nella maniera più opportuna>, ha esordito il presidente del Consorzio Lino Zedda, <proprio quest’aspetto ci ha consentito di classificarci al primo posto nella graduatoria regionale del bando, al quale abbiamo partecipato>.

Il Consorzio “Due Giare” ha partecipato al bando della misura 7 del programma di sviluppo rurale “Sardegna 2014-2020 relativo ai “”servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali”, in particolare per la sottomisura 7.5 “Sostegno a investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative, informazioni turistiche e infrastrutture turistiche su piccola scala” con un progetto, redatto dall’ingegner Mauro Marrocu, collaboratore dell’ufficio tecnico delle Due Giare, che si riferisce a “infrastrutture turistiche su piccola scala”. E l’intervento del Consorzio su “Realizzazione e miglioramento degli itinerari turistici, delle aree attrezzate, dei percorsi segnalati e loro messa in rete” è stato premiato con 200 mila euro da Argea.

I paesi interessati sono Albagiara, Assolo, Baradili, Curcuris, Gonnosnò, Nureci, Pompu, Senis, Sini, Usellus e Villa Verde, ma anche Gonnoscodina e Villa Sant’Antonio, che pur non facendo parte del Consorzio Due Giare, hanno costituito un’associazione per poter partecipare allo stesso bando insieme agli altri comuni.

Previsti interventi per il completamento delle aree già realizzate ad Albagiara, Baradili, Curcuris, Gonnosnò, Nureci, Pompu, Senis, Sini, e Villa Verde, dove potranno sostare i camper, con tutti i relativi servizi,. Quattro nuove aree di sosta  nasceranno invece ad Assolo, Usellus, Gonnoscodina e Villa Sant’ Antonio. <Vogliamo così ampliare l’offerta complessiva turistica territoriale, che si rivolgerà al nutrito target dei camperisti>, ha aggiunto il presidente Zedda.

Inoltre la realizzazione ex novo e la sistemazione di alcuni percorsi escursionistici a piedi, cicloturistici e a cavallo, supportati da una serie di servizi per agevolare i turisti, come guide tematiche, servizi interattivi e satellitari. Previsti anche nuovi pannelli descrittivi e segnaletica orizzontale. Zedda ha precisato: <Questi percorsi saranno dunque arricchiti da una serie di servizi che faciliteranno, agevolando, in termini di tempo e funzionalità, il movimento dei turisti tra i tesori del nostro territorio. I servizi di supporto ai vari percorsi oggi sono garantiti all’utente grazie alla presenza di una rete WI-FI e dalla copertura GPS, che purtroppo interessa solamente una parte delle aree interessate. Per questo vogliamo attrezzare le zone prive di copertura WI-FI e GPS, soprattutto nei territori di Gonnoscodina, Villa Sant’Antonio, Assolo e Usellus e migliorare quelle già presenti>.

Lo scopo del Consorzio Due Giare è quello di creare, dunque, un sistema turistico alternativo alle coste e alle spiagge nel territorio della Marmilla. <I nuovi percorsi, supportati anche da una nuova cartellonistica, si dovranno realizzare soprattutto per collegare Gonnoscodina, Villa Sant’Antonio, Assolo e Usellus ai territori dei Comuni del Consorzio, in cui gli interventi sono stati già realizzati e dove le opere saranno migliorate e sistemate>, ha spiegato sempre il presidente Zedda, <questi dovranno essere pensati per un utilizzo da cicloturismo, mountain bike e ippoturismo>. Sempre il numero uno delle Due Giare ha chiuso: <Siamo convinti che il nostro territorio, adeguatamente attrezzato per queste tipologie di turisti, possa davvero ambire a inserirsi negli itinerari più importanti dell’isola>.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: