Turismo congressuale, “Destinazione Sardegna, Mice 2023”. Al Teatro Doglio si incontrano i protagonisti

0 0
Read Time:3 Minute, 0 Second

Il settore congressuale sardo, fra domanda e offerta, si è incontrato oggi al Teatro Doglio, nell’ambito di “Destinazione Sardegna, Mice 2023”. Il meeting internazionale, organizzato dall’Assessorato regionale del Turismo in collaborazione con l’Aeroporto di Cagliari, vede accreditati quaranta buyer nazionali e internazionali, provenienti dai mercati provenienti da Germania , Francia, Spagna, Belgio e Inghilterra e oltre 45 seller della Sardegna tra strutture alberghiere, sedi per eventi e agenzie di organizzazione e società di servizi.

Con l’estate 2023 destinata ad andare oltre le previsioni, l’obiettivo rimane quello di ottimizzare la ricettività anche nei mesi di “spalla” conciliandola con il patrimonio artistico e culturale dell’isola. Gianni Chessa, assessore regionale del Turismo , dichiara: “Il MICE è un settore del turismo. congressuale che va a rafforzare quel concetto di destagionalizzazione che ci serve proprio per rafforzare tutte le altre attività a sostegno del comparto turistico e congressuale Oggi rappresenta in Sardegna una fetta importante. Gli oltre 140 buyer e seller  saranno nostri ospiti in questi giorni. Serviranno a rafforzare la destinazione Sardegna e la promozione verso questa bellissima Isola che io la definisco l’Isola del mito. In Sardegna ci sono numeri da record. A giorni daremo un’altra proiezione degli arrivi. Solo l’aeroporto di Cagliari, rispetto al 2022 ha avuto il 10% in più con il 3% di arrivi in più rispetto al 2009. Gli arrivi ci sono.”

“Sarà un anno da record, la stagione da record. Il problema è che è l’analisi di come è andato il turismo va fatto a fine stagione. La gente ha dovuto risparmiare, questo è sotto gli occhi di tutti ma ha dimostrato anche che la Sardegna attrae sempre. Nel mese di luglio, dove c’è stato un tam tam giornaliero del caro trasporti, è stato registrato il maggior numero di arrivi di sempre, ha proseguito l’assessore Chessa.

“Dobbiamo cercare di puntare su altri mercati. E l’iniziativa di oggi sul MICE serve anche a far capire, soprattutto a noi, che dobbiamo puntare su un tipo di mercato straniero che porti economia. Bisogna ripartire con la convinzione che nel mondo ci sono tanti turisti che viaggiano. Solo in Europa sono 200 milioni. Dobbiamo catturare altri mercati.”

Audry Gill e Giovanna Loriga, rispettivamente degli aeroporti Cagliari di Olbia/Alghero, espongono i dati di un traffico aereo in decisa risalita. E sempre di trasporti, parla il professor Massimo Deiana, presidente regionale dell’Autorità di Sistema Portuale ,: “ Le persone che vengono ai meeting, difficilmente arrivano via mare. Per noi, la sfida interessante, è quella di fargli trascorrere una intera settimana ”.

Paolo Manca, presidente sardo di Federalberghi, dichiara: “ I mercati internazionali cominciano a rendersi conto che al centro del Mediterraneo c’è un’isola chiamata Sardegna. Il passaparola, i podcast, Youtuber, raccontano esperienze che da originali stanno diventando eccezionali. Va bene il passaparola ma non si può lasciare nulla all’improvvisazione. Occorre una programmazione con 12/24 mesi di anticipo per mettere una seconda fila di mattoni”

Mario Cioffi, Confindustria sud Sardegna, afferma: “ Non è scontato avere qui 46 buyer che credono in noi. Essi fanno parte di un mercato totalmente influenzato da delle variabili che non possiamo immaginare. Sino a poco tempo fa, ad esempio, non potevamo immaginare di avere una coppia scozzese pronta a sposarsi sulle spiagge di Villasimius”

La conclusione è per Marco Biamonti, presidente di Ediman, azienda leader in meeting e congressi: “Abbiamo molte relazioni con la Sardegna. L’offerta è fatta di servizi e strutture di alta qualità per cui sono convinto che il tempo trascorso qui, sarà fruttuoso per i buyer. Lo spirito e il senso di identità che troverete in tutta l’isola, è una garanzia per i prossimi eventi futuri”

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *