Auto incendiate, arrestato l'ex marito

Caso chiuso. Giovanni Pes è stato  arrestato  con l’accusa di aver incendiato il 28 settembre scorso,  tre auto, una Ford Focus, una Opel Corsa, una Renault Koleos ed una Peugeot 207, le prime tre di proprietà di carabinieri in servizio nella caserma del paese e l’ultima della figlia del sindaco,  Nannino Marteddu, che ad aprile aveva subito un altro attentato.

I carabinieri della Compagnia di Ottana, guidati dal capitano Massimo Meloni, hanno visionato le telecamere collocate in alcuni punti della via Vittorio Emanuele dove è avvenuto l’attentato, e quelle poste all’esterno della caserma e  sentito le persone che sono arrivate subito dopo il fatto per spegnere l’incendio.
Pes è   l’ex marito della donna,  il movente dell’intimidazione è legato a un motivo passionale e non quindi all’attività politica del padre. Nei suoi confronti il gip del tribunale di Nuoro ha emesso un ordine di custodia cautelare perché  ritenuto responsabile di atti persecutori nei confronti dell’ex moglie. L’arresto è stato eseguito dai carabinieri della Compagnia di Ottana che hanno trasferito l’uomo nel carcere di Badu ‘e Carros.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *